Adventurers League, cos’è?

Cos’è l’Adventurers League? Sicuramente ne avrete sentito parlare poiché sempre più associazioni, negozi o manifestazioni ospitano avventure marchiate Adventurers League. Ma che regolamento usa? Come si fa ad aderirvi? Costa del denaro? A queste e ad altre domande proverò a rispondere di seguito.

Adventurers League

Adventurers League – Lega del gioco organizzato

Non è una novità, i giocatori di ruolo da sempre provano a fare rete per incontrarsi. Per esempio qualcuno tra voi potrebbe ricordarsi del circuito Raven Cup o del successivo Campionato GdR.

I giocatori di ruolo, per loro natura, amano le avventure ed amano incontrare altra gente che ama giocare di Ruolo. Eventi come il Giocapadova o Este in Gioco, sono attesi dai giocatori per partecipare ad un torneo e sfidare le altre squadre.

Adventurers League Este

Pertanto dare vita ad una lega degli avventurieri mondiale è stato facile per la Wizards of the Coast, casa editrice di D&D 5° edizione.

La League è nata per permette di giocare con il proprio personaggio anche al di fuori del proprio gruppo di gioco. Per esempio posso portare la scheda del Mago Elam sempre con me e sedermi ad un tavolo di gioco con persone che non conosco.

L’impatto è stata una bomba.

Adventurers League – Gli ingredienti

Dal punto di vista del gioco, non è cambiato quasi nulla. Si tratta sempre di una partita di GdR con D&D 5° edizione. Ciò che cambia è la durata delle avventure e la versatilità della partecipazione e del rapporto col master.

The Curse of Strahd
The Curse of Strahd

Molte avventure standard di AL, sono delle oneshot con un inizio ed una fine all’incirca di due/quattro ore. Anche le avventure che fanno parte di un arco narrativo sono organizzate in capitoli oneshot con un inizio ed una fine. Le avventure “cartonate” come The Curse of Strahd invece, nascono come campagne annuali, ma possono essere giocate in ambito AL con qualche ritocco.

In queste avventure le perdite di tempo vengono ridotte all’osso e tutti i giocatori hanno fin da subito chiaro l’obiettivo.

Nel classico gruppo di gioco, un PG esiste solo con quel master e solo in quella storia, in AL virtualmente potreste cambiare master e compagni ad ogni sessione.

Al termine della sessione di gioco, ogni giocatore terrà la propria scheda e il proprio PG. Non solo, potete andare col vostro personaggio in un circolo vicino o a conventions a giocare partite di AL che non avete già giocato.

Il vostro PG esisterà anche al di fuori del vostro gruppo e al di fuori dalla testa del vostro master. Inoltre l’assegnazione dei PX e degli oggetti magici o altri premi, avviene in modo standard seguendo delle regole precise e non a discrezione del master o del giocatore più Power Player.

Ecco, il punto sta proprio in queste regolette descritte nel D&D Adventurers League Player & DM Pack che trovate a questo indirizzo http://dndadventurersleague.org/downloads/

Come costruire un personaggio AL Legal

Nel documento D&D Adventurers League Player & DM Pack vi sono tutte le indicazioni che vi darò più molte altre.

  1. Un PG nuovo, parte sempre dal primo livello;
  2. Nessun tiro di dado per le caratteristiche ne al passaggio di livello;
  3. Per le caratteristiche si utilizza lo standard array (15,14,13,12,10,8) o il point buy (con 27 punti);
  4. Non sono ammessi allineamenti morali quali neutrale malvagio e Caotico malvagio;
  5. L’equipaggiamento a vostra disposizione è quello indicato dalla vostra classe e background, compreso denaro; Potete spendere il denaro iniziale per acquistare ciò che volete, prendendolo dal manuale del giocatore a prezzi standard;
  6. Per personalizzare il vostro personaggio fin dal primo livello, potete scegliere tutte le opzioni descritte nel manuale del giocatore, più un solo altro manuale a vostra scelta (questa regola è chiamata PHB+1). Ciò significa che se volete giocare un hobgoblin, userete il manuale del giocatore più il manuale di “Volo” in cui questa razza è descritta. Non potrete scegliere nessun’altra opzione che non sia in questi due manuali. Scegliete bene quindi quali manuali utilizzare. Ciò non vale per gli oggetti ed incantesimi. Se sono trovati in una quest potete utilizzarli anche se sono descritti in altri manuali;
  7. Dalla regola PHB+1 è esclusa la scelta dei Background e la scelta delle divinità;
  8. Scegliete una fazione di appartenenza. Questa vi darà dei vantaggi esclusivi come un anello magico da scegliere da una lista.

Rebuild del personaggio

Fino al 4° livello compreso, potete rifarvi il PG prima di ogni sessione, senza perdere livello, denaro e oggetti magici conquistati. Se cambiate classe o BG, dovete restituire tutto l’equipaggiamento ricevuto dalla vecchia classe o dal vecchio BG.

Adventurers League: Cosa sono i Tier?

Tutte le avventure sono divise in Tier. Un PG può partecipare ad un’avventura solo se è di quel Tier. Inoltre ogni avventura ha un APL (livello medio dei personaggi). Il master adatterà l’avventura all’APL dei PG che sono al tavolo.
Il Tier1 è per PG di 1-4 livello.
Il Tier2 è per PG di 5-10 livello.
Il Tier3 è per PG di 11-16 livello.
Il Tier4 è per PG di 17-20 livello.

Adventurers League: vi sono ancora i PX?

In data attuale(2/12/2019), i PX non esistono più. Si avanza per pietre miliari o per ore di gioco (al Tier1 ogni 4 ore, dal Tier2 ogni 8 ore).

In sintesi, l’Adventurers League è una lega di eroi uniti da un desiderio comune di mettere a posto le cose. I PG non saranno più spinti ad arraffare tesori ed uccidere mostri per progredire di livello o acquistare equipaggiamento. E’ partecipare all’avventura che fa progredire i PG, non ciò che arraffano o rubano.

Le storie sono quindi al centro della lega degli avventurieri, tutto ciò è..bellissimo!!!

DCI number

Fino alla stagione 8 per partecipare agli eventi pubblici è necessario avere un DCI number ottenibile iscrivendosi al sito della Wizard a tale link.
Il DCI number è legato al giocatore (non al personaggio) e per le partite private è opzionale.
Dalla stagione 9 non sembra essere più indispensabile.
Consigliamo però a tutti di averlo, in quanto una volta fatto, vi rimane e potete partecipare con il vostro personaggio a qualsiasi evento.

L’altra faccia della medaglia dell’Adventurers League 🙂

L’altra faccia della medaglia è che la profondità di intrecci e relazioni che può creare un Master con il vostro Background e la storia/ambientazione è del tutto assente.

Ipoteticamente potreste cambiare master e compagni d’avventura ad ogni partita. Per tale motivo il vostro BG non sarà mai preso come spunto dal vostro master per la campagna in corso.

Dovete concentrarvi quindi nel caratterizzare il PG su moventi, comportamenti, ideali, legami e difetti ed altro.

Inoltre molte avventure sono prevalentemente action, spicce, senza perdite di tempo. Ciò per alcuni è un bene, per altri un male.

Vi sono intere stagioni di AL fortemente orientate al combattimento, che pur essendo apprezzato, alla lunga stufa. Lo stile di gioco narrativo italiano ha fatto un pò a pugni con questo approccio action brainless.

Adventurers League: cosa sono le Epic?

Le Epic sono partite multitavolo, contemporanee della durata di 3-4 ore. Siccome la loro preparazione richiede molto tempo e dedizione da parte dei master, sono sviluppate come dei veri propri eventi.

Non sono tornei, tutte le squadre collaborano tra di loro contro un nemico comune. Solitamente il successo è decretato da come si comporta la maggioranza dei tavoli.

Queste partite sono davvero divertenti, molto action, ma anche molto caotiche ed in molti casi la caratterizzazione salta. Inoltre diventano la fiera delle build con sorcadin e compagnia varia.
Vale la pena parteciparvi? Sì vanno assolutamente provate almeno una volta.

Adventurers League: cosa sono le Open?

Le Open sono partite multitavolo, competitive e contemporanee della durata di 8 ore. Come per le Epic, sono dei veri e propri eventi che richiedono l’impiego di molti master e molte energie.

Le squadre sono tutte in competizione tra loro contro un nemico comune. La squadra che raggiunge per primo il risultato vince.

Solitamente non si usa il proprio PG, ma uno prefatto per l’avventura. Si ha maggiore possibilità di giocare di ruolo e questo è un bene. I premi possono essere applicati ai propri PG. salvo differenti indicazioni.

Adventurers League: dove si acquistano le avventure?

Le singole partite One Shot le potete acquistare sul sito Dungeon Master Guild, mentre le avventure “cartonate” dette HC HardCover, iniziate a trovarle anche in italiano edite dalla Asmodee. Nel file “Content Catalogue” che trovate nel DM Pack, sono indicate tutte le avventure AL Legal.

Il modello dell’Adventurers League può essere copiato?

Senz’altro! Non ho presente se la comunità più grande dopo D&D sia quella di Pathfinder o altro GdR, ma certamente il modello di lega del gioco condiviso può essere copiato.

Inoltre anche il modo di disputare eventi multitavolo come le Epic e le Open è molto valido.

Link Utili

Conclusioni

Pro in sintesi:

  • La Lega del gioco condiviso è davvero una grandissima trovata, incontri tanta gente al di fuori della ristretta cerchia di amici e giochi molto;
  • Le Partite multitavolo sono davvero divertenti e consigliate;
  • Le storie sono diventate protagoniste e i giocatori possono concentrarsi sulla trama invece che sull’arraffare il tesoro.

Contro in sintesi:

  • Storie molto action, soprattutto alcune stagioni;
  • Si perde il coinvolgimento di una storia creata partendo dai BG dei Personaggi;
  • A causa dell’orientamento action, molti PG sono creati “MinMax” e simili;
  • Non si può creare liberamente una storia AL ma si dipende dalle pubblicazioni;

Lascia un commento

Chiudi il menu
Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial