NB: La nostra campagna con la 4° edizione di D&D si è svolta nell’ambientazione di Mystara, nella regione settentrionale chiamata Vestland. La cronologia indicata più sotto è una libera reinterpretazione dei fatti concomitanti alla nuova campagna.
Altre infomazioni sul Vestland dell’anno 1010 DI le potete trovare alla pagina “Tour del Vestland” oppure sulla pagina dedicata “Divinità e culti del Vestland“.


I due imperi a confronto prima del grande conflitto. Il Vestland è segnato dal n° 4 a sinistra

ANNO 1009 DI – inizio dell’Inverno

(gli anni su Mystara vengono conteggiati dopo l’incoronazione “DI” del primo imperatore di Thiatis)
L’era chiamata in seguito Furia degli Immortali si conclude con una sanguinosa battaglia a Glantri, conosciuta come la capitale dei maghi del continente, e il successivo affondamento dell’isola di Alphatia, l’impero isola degli arcimaghi.
Da tempo Alphatia era in lotta contro Glantri per il controllo della radiosità (la fonte della magia) il cui Nucleo era stato individuato sotto a Glantri City.
La battaglia finale si concluse con l’apparizione dei Mille Arcimaghi di Alphatia sui cieli di Glantri City i quali iniziarono un devastante bombardamento magico.
Il Nucleo delle Sfere fonte della radiosità e custodito nella capitale dei Maghi da Etienne d’Ambreville arcimago di Glantri, viene distrutto e la capitale ridotta in cenere.
Subito dopo la distruzione del nucleo, terremoti apocalittici scuotono l’isola di Alphatia, e il continente affonda nelle profondità del mare.
L’Arcimago Etienne d’Ambreville svanisce risucchiato nel Nucleo delle Sfere.
La magia scompare su Mystara per tutta l’ultima settimana dell’anno.

ANNO 1010 DI – fine dell’Inverno ed inizio campagna

Dopo la sanguinosa guerra tra Alphatia e Glantri Le nazioni del mondo conosciuto cominciano un lungo e difficile processo di ricostruzione.
I nani di Casa Roccia (patria dei nani) riemergono e cacciano via gli invasori umanoidi.
Claransa la Veggente, famosa avventuriera di Karameikos, pubblica “Viaggio al Centro della Terra”, nel quale descrive le sue peripezie nel Mondo Cavo durante la Furia degli Immortali.
Aegos viene presa di mira dalle forze dell’impero di Thyatis, Minrothad e Heldann che vogliono impadronirsi dell’istallazione alphatiana che conduce al Mondo Cavo (stando al racconto di Claransa). Le forze combinate dell’impero di Thyatis e Minrothad conquistano l’isola.
Darokin, le Cinque Contee(patria degli halfling), Ylaruam, Casa Roccia (patria dei nani) e Karameikos formano la Lega di Difesa Occidentale, e ognuno dei membri della LDO si impegna ad aiutare gli altri in tempo di guerra o di disastro.

Ma in tutto il continente si parla solo del grande vortice!
(Questa è la parte della cronologia personalizzata)
Dopo la distruzione di Glantri city, la magia smise di funzionare per una settimana, in cui le navi volanti precipitarono, gli elfi si ammalarono, chi prolungò la sua vita magicamente oltre al suo termine morì e tutti gli utilizzatori della magia arcana si nascosero e temettero per la loro vita.
Anche gli utilizzatori della magia divina e primeva persero i loro poteri.
Al termine di questa terribile settimana, nelle terre Brulle in una pianura disabitata appare il grande vortice, un tornado dal diametro di 10km impenetrabile con mezzi naturali e magici.

Vicino alla Land of Black Sand si trova il Grande Vortice

Chi vi si avvicina troppo viene risucchiato dai suoi forti venti, altri invece invecchiano prematuramente e muoiono, come è accaduto al mago Arkas di Thiatis e ai suoi 4 golem guardiani che morì di vecchiaia avanzando verso la torre e pronunciando la seguente frase a voce alta “ciò che si trova al di là del cielo…”.
Alcuni sostengono che il grande vortice sia la tomba di qualche immortale caduto su Mystara al termine della Furia degli Immortali ucciso da Thanatos il signore della morte.
Corre voce che l’Impero di Thiatis e i superstiti delle città volanti di Alphatia paghino gli avventurieri più abili per scoprire il segreto del grande vortice e molti degli avventurieri più abili sono partiti per le inospitali e pericolose terre brulle alla ricerca di fama e oro.

La campagna giocata con D&D 4e è tutta raccontata nella “Saga del grande vortice“.
In sintesi il corpo dell’immortale Hell giace al centro del Grande Vortice apparso della regione dell’Ethengar.
Il suo corpo è stato “esiliato” su Mystara (un mondo esiliato dai Piani e dal multiverso).
Gli eroi partiranno dal piccolo regno di Vestland, cresceranno e scopriranno qualcosa di più ampio che li porterà al Grande Vortice.
Saranno i Primi Mystariani che dopo moltissimo tempo, voleranno nei piani ed assisteranno alla morte della Signora del Dolore (Sigil) e al collasso del multiverso ad opera di Thanatos.
Per contrastare i piani della divinità, risusciteranno Hell e sistemeranno il multiverso.

5 di Fyrmont – la risurrezione di Hell
Ecco come si sono svolti gli eventi: https://www.telodoioildungeon.it/2015/05/11/la-risurrezione-di-hell/
Il Grande vortice scompare per sempre.

24 di Fyrmont – Helin torna su Asgard e con lei anche l’ultimo eladrin lascia il Vestland e Mystara per sempre. I fatti sono narrati qui: https://www.telodoioildungeon.it/2015/05/27/la-partenza-degli-eladrin-di-asgard/

7 di Ambyrmont – Khaless Thorduin prende in sposa Cassandra. I fatti sono narrati qui: https://www.telodoioildungeon.it/2015/05/28/matrimonio-e-partenza/

ANNO 1010 DI – Autunno
Nel Grande Cratere, dopo alcuni mesi di rivalità fra truppe coboldi e di orchetti, Re Thar abdica improvvisamente in favore del suo avversario, Re Kol IV dei coboldi.
Le relazioni diplomatiche tra Vestland e Ostland vengono interrotte. L’ambasciatore Arnkel e la sua famiglia, viene fatto fuggire dall’Ostland prima che divenisse prigioniero o vittima di qualche rappresaglia. Il merito della fuga è stato attribuito ai cavalieri dell’Ordine di Odino.

ANNO 1010 DI – Inizio dell’inverno
Denwarf il golem, leggendario eroe di Casa di Roccia, ritorna nel mondo di superficie destato dal suo sonno secolare.

Chiudi il menu