L’indovinello del cimitero di Vallaki

Visitando il negozio di Blinsky, il giocattolaio, l’attenzione degli avventurieri viene attirata da un giocattolo a forma di forca meccanica, con tanto di impiccato appeso.
Il giocattolo, un pezzo unico come tutti i giochi di Blinsky, è offerto in premio a chi risolve l’indovinello del cimitero. Il negoziante informa che l’indovinello esiste da tempo e nessuno l’ha mai risolto. Per motivare la sua risoluzione, ha messo in palio quel bellissimo giocattolo.
Tuttavia non darà nessuna informazione sull’indovinello, e se gli avventurieri vogliono risolverlo, devono fare visita al camposanto di Vallaki.
Incuriositi, si diressero verso quel luogo di eterno riposo. Dopo aver chiesto il permesso a padre Lucian, gli avventurieri iniziarono ad esplorare il cimitero. Unico vincolo imposto da padre Lucian è il rispetto dei defunti e il divieto a scavare sulle tombe.
Il cimitero è adiacente alla chiesa di Sant’Andral, è composto da 7 cripte signorili e più di 100 tombe a terra. Passando una ad una le lapidi, gli avventurieri ne trovarono 5 differenti dalle altre.

Lapide di Ruxandra Strazni:
Spiona, fu prima accecata. Questa fu una dei primi 3, chi la uccise?
Lapide di Anton Ulbrek:
Era dotato, fu evirato. Questo non morì per terzo, chi lo uccise?
Lapide di Gorek Ulbrek:
Zoppo, non fu veloce a fuggire. Questo morì prima del secondo, chi lo uccise?
Lapide di Zsolt Radova:
Chiese misericordia, non la ottenne. Questo fu il quarto, chi lo uccise?
Lapide di Olivenka Lansten:
Urlò di dolore fino a perdere la voce. Questa non morì ne per quinta ne per seconda, chi la uccise?

Nessuna data, nessuna altra indicazione.

Lascia un commento

Chiudi il menu
Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial