character origins

La curiosità sul materiale “CHARACTER ORIGINS” rilasciato per il playtest di One D&D è tanta ed immagino abbiate sentito un po’ di tutto. Il PDF in inglese di 21 pagine è ottenibile seguendo le istruzioni che ho pubblicato nel seguente articolo “One D&D: il futuro di Dungeons & Dragons“. Invece in questo articolo vi darò una panoramica di cosa contiene.

E’ la notizia del giorno, nel 2024 uscirà un aggiornamento delle regole di D&D 5° edizione che per ora è chiamato One D&D.
Aggiungo “per ora” poiché se ricordate la 5° edizione era stata chiamata “D&D Next”.

Seguendo il link che ho messo qui sopra, potete iscrivervi al playtest di One D&D, non costa nulla e non è un contratto, quindi potete anche farlo semplicemente per scaricare e leggere il materiale Unearthed Arcana.

Non commenterò le singole Razze o i singoli BG, sono più interessato a darvi una panoramica di cosa contiene “CHARACTER ORIGINS“. Tenete conto che è materiale di Playtest e per arrivare al 2024 abbiamo ancora molti mesi davanti. Tutto ciò che è incluso del PDF fanno tempo a cambiarlo altre 4 o 5 volte 🙂
Se quindi trovate una regola che vi piace non è detta che diverrà standard e viceversa 🙂

character origins

Cosa contiene il PDF “CHARACTER ORIGINS”

  • Razze di personaggi: Queste sono le opzioni di razza prese in considerazione per il Manuale del giocatore, tutte con un design aggiornato. Troviamo gli Umani, gli ARDLING (dei celestiali), Draconici, Nani, Elfi, Halfling, Tiefling, Gnomi, Orchi (niente mezz’orchi e mezz’elfi per ora).
  • BG di personaggi: Molti di conosciuti e tutti aggiornati, ora sono davvero interessati (più sotto ne parlo)
  • Lingue di partenza: sono 3. Il comune, una lingua data dal BG ed una a scelta.
  • Talenti: Ogni PG inizia con un talento preso da una lista selezionabile al 1° livello. In questo documento vi è una selezione di talenti (più sotto ne parlo).
  • Glossario delle regole: In questo documento, qualsiasi termine seguito da un asterisco compare in un glossario alla fine. Questo glossario definisce alcuni termini delle regole che appaiono in questo documento, concentrandosi sui termini che sono stati chiariti o ridefiniti o che non compaiono nel Manuale del Giocatore 2014. Attenzione sapete che D&D ragiona su Parole Chiave e tali saranno importanti man mano che esce del nuovo materiale.

Determina le tue origini

Vi anticipo che non sono interessato a discutere delle singole modifiche alle razze, non ha senso focalizzarsi ora se il nano deve possedere o meno la percezione tellurica. Sono invece davvero interessato a capire il meccanismo che sta alla base delle nuove “CHARACTER ORIGINS”.

Le CHARACTER ORIGINS proposte (ricordo che è un playtest) sono date da 3 cose:

  • Razza
  • Background (BG in seguito)
  • Linguaggio

Come vedete per ora non si parla di classe. Vi anticipo subito che l’ultima opzione (il linguaggio) è davvero una piccola opzione rispetto alle prime due. Vediamo se è stata mantenuta anche la retrocompatibilità con il materiale già uscito della 5° edizione.
In particolare abbiamo da tener conto 2 cose. La proposta di materiale fatta prima di Tasha e dopo Tasha.

Le origini finora

Le origini dei nostri amati PG prima del manuale di Tasha erano date dall’intreccio della scelta della Razza + il BG.
La razza includeva alcune caratteristiche come la taglia, il tipo di creatura e dei bonus alle caratteristiche.

Con l’uscita di Tasha, le origini dei PG sono rimaste legate alla scelta di Razza e BG, però la distribuzione dei punteggi caratteristica bonus è divenuta libera, così come la scelta di un linguaggio ed altre modifiche minori.
In sintesi se si usano le regole di Tasha si possono creare dei PG in modo più versatile senza dover per forza scegliere una razza per il bonus +2 al carisma, utile alla vostra build.

La razza come influisce ora sulle CHARACTER ORIGINS

I bonus alle caratteristiche sono del tutto scomparsi e sono stati spostati nei background. Ma vediamo per punti:

  • Tipo di creatura: Ogni razza definisce il tipo di creatura. La parola “Creature Type” è stata inserita nel glossario al termine del documento. Significa che hanno cambiato qualcosa.
  • Taglia: qui tutto immutato, gnomi e Halfling sono ancora small.
  • Velocità: Ora tutti si muovono a 9m (30feet), Gnomi, Halfling e nani ringraziano.
  • Durata della vita: variabile a seconda delle razza, almeno finché qualcuno non si offenderà 😀
  • Tratti speciali: Ecco questi sono quelli che interesseranno di più i giocatori in quanto sono molto variegati e permettono di personalizzare bene una razza. Alcuni consentono la conoscenza di strumenti, di linguaggi, di talenti, sensi migliorati, magie e così via.

Una cosa interessante: su nani ed halfing sono sparite le sottorazze. Invece per gnomi, elfi, tiefling, ardling le sottorazze danno semplicemente delle resistenze o magie differenti.

Il BG come influisce ora sulle CHARACTER ORIGINS

I BG sono stati potenziati. Nel documento vi sono i seguenti 18 BG: ACOLYTE, ARTISAN, CHARLATAN, CRIMINAL, CULTIST, ENTERTAINER, FARMER, GLADIATOR, GUARD, GUIDE, EHERMIT, LABORER, NOBLE, PILGRIM, SAGE, SAILOR, SOLDIER, URCHIN.

Tenete conto che se tra questi 18 non ne trovate uno di vostro gradimento, potete farvene uno a vostra scelta.
Ecco come sono composti i BG:

  • Bonus caratteristiche: esattamente come li conosciamo con Tasha, ora sono stati messi qui. +2 e +1 oppure +1 a 3 caratteristiche.
  • Competenza nella abilità: 2 competenze.
  • Competenza negli strumenti: 1 competenza. “Tool Proficiency” è marchiata come parola chiave per il glossario ed infatti c’è una modifica sostanziosa nell’utilizzo degli strumenti. Più sotto ne parlo.
  • Linguaggio: 1 dalla lista generale proposta nel documento.
  • Talento: 1 talento da una lista di talenti che si possono prendere al 1° livello.
  • Equipaggiamento: dal costo non superiore a 50mo.

Chiaramente ora i PG sono più forti, poiché quel talento in più fa la differenza rispetto ai vecchi. L’umano quindi avrà 2 talenti, uno dato dalla razza ed uno dal BG.

Linguaggio bonus

Per finire si sceglie un linguaggio aggiuntivo. Tutto qua.

I talenti presentati in CHARACTER ORIGINS

In sintesi ora vi faccio una panoramica dei talenti presentati nel documento.
Tutti i talenti si presentano con queste 3 caratteristiche: Livello minino del PG, Prerequisiti e Ripetibilità ovvero se può essere preso più volte (come Skilled).

  • ALERT: questo è cambiato parecchio. La cosa più interessante è che intuisco vi sia una modifica alla regola della sorpresa. Ovvero non vi impedisce più di non essere sorpresi ma vi permette di migliorare l’iniziativa o di scambiarla con altri. Vi sollecito a leggere anche la condizione INCAPACITATED a fine documento che ci da un ulteriore indizio. Strana sta cosa, vedremo.
  • CRAFTER: un nuovo talento caratterizzante per chi ama usare gli strumenti.
  • HEALER: Mi sembra meno forte di prima.
  • LUCKY: questo è molto più forte poiché i punti fortuna ora sono legati al bonus di competenza.
  • MAGIC INITIATE: sostanzialmente lo stesso, però ora vediamo che gli incantesimi sono diventati arcani, divini e primordiali.
  • MUSICIAN: un modo interessante per dare punti ispirazione e conoscere uno strumento musicale.
  • SAVAGE ATTACKER: mi pare sia rimasto lo stesso.
  • SKILLED: praticamente uguale ma non ci sono più gli strumenti. Strano!!!
  • TAVERN BRAWLER: l’anno migliorato un pochino permettendo di spingere e impedendo di fare 1 con il dado di danno.
  • TOUGH: uguale.

Glossario

Sembrerebbe la parte più inutile invece nasconde alcune cose interessanti, vediamo quali:

  • Colpo senz’armi: Ora quando si attacca senz’armi si può scegliere tra 3 effetti: fare danno, afferrare o spingere, interessante questa.
  • Condizioni: sono cambiate delle condizioni. GRAPPLED è cambiata, è stata cambiata anche INCAPACITATED in cui si introduce il termine “Surprised” inteso come svantaggio all’iniziativa. Ora esiste anche la condizione “SLOWED“.
  • D20 test: viene chiamato così un TxC, un TS o un check di abilità. Ora con 1 è sempre fallito, con 20 sempre successo. Si specifica che un 20 non può superare dei limiti fisici (ad esempio lunghezza massima di un salto).
  • Ispirazione: quando si fa un 20 con un d20test si guadagna ispirazione. Se ne può avere solo 1 alla volta e si azzera con un riposo lungo.
  • Magie: Le arcane sono quelle utilizzate da Artefici, Bardi, maghi, Stregoni e Warlocks. Le divine sono quelle utilizzate da Chierici e Paladini. Le magie Primal (primordiali) sono quelle di Druidi e Ranger.
  • Riposo lungo: se non si riesce a completare un riposo lungo si può beneficiare almeno di un riposo breve.
  • Strumenti da Artigiani: sono rimasti uguali.
  • Tiri critici: solo per attacchi con armi o colpi senz’armi e solo se il danno ha un dado da tirare. Questo penso si riferisca al fatto che senza abilità da monaco o talento TAVERN BRAWLER o altri talenti, un colpo senz’armi normale che causa 1 danno + bonus forza, non possedendo dadi da tirare, non beneficia del danno aggiuntivo dato dal critico.

Conclusione

Ragazzi cosa ne pensate? Per ora le proposte non mi dispiacciono, anche se noto un progressivo innalzamento del potere dei PG. Forse ai giocatori piace prendere i talenti e quindi gliene danno uno già al primo livello.

Mi piace che ora tutti i BG diano 1 linguaggio e 1 strumento.

Noto un po’ di perplessità sul fatto che le razze abbiano tutti la stessa velocità, forza, eccetera. Però non dobbiamo pensare in termini di simulazione di una ipotetica realtà. Delle creaturine di taglia piccola avranno in media sicuramente meno forza, però tra loro vi possono essere degli individui speciali che si sono allenati molto e sono diventati dei piccoli erculei.
Pertanto il regolamento non spinge sul fatto che gli gnomi sono in media meno forti di un orco, ma vi permette di giocare quello gnomo che per scelte di vita e vicissitudini si è allenato tanto da sviluppare una forza da gladiatore.

Invece vorrei approfondire la questione della sorpresa, possibile che non vi sarà più e sarà tradotta come uno svantaggio al tiro per l’iniziativa? Sarebbe una comoda semplificazione.
Anche il colpo senz’armi che ora diventa l’innesco per una lotta è una bella semplificazione.

Ora però tocca a voi leggere il documento e a dirmi cosa ne pensate 🙂 Per scaricarlo seguite le istruzioni di questo articolo: One D&D: il futuro di Dungeons & Dragons

E quando trovate il tempo, tornate a trovarmi per rimanete aggiornati con le ultime novità iscrivendovi alla piccola e tranquilla pagina FB e seguendomi sul profilo instagram @telodoioildungeo.it

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome