Il Circolo delle Spore, breve guida per il druido 5e

Il Circolo delle Spore è apparso nel manuale Guildmasters’ Guide to Ravnica. Per chi non lo sapesse, Ravnica è l’ambientazione di D&D dedicata ai giocatori di “Magic the Gathering“.
Tale circolo druidico non è quindi disponibile ne per l’ambientazione di Eberron, ne per FR. Per tutte le ambientazioni e campagne casalinghe sentite il vostro Master 😀

circolo delle spore

La filosofia dei druidi del Circolo delle Spore

I druidi del Circolo delle Spore trovano la bellezza anche nella decadenza. Sublimano il lavoro paziente svolto da funghi e le muffe nel riciclare e trasformare il materiale in decomposizione. Vedono la vecchiaia e la morte come un passaggio naturale e così pure la non morte se questa non contrasta la vita. Il motto potrebbe essere “Marcio e putrescente è bello se ha uno scopo“. E se fosse un profumo? “Eau pourrie” 😀
In aggiunta questi druidi hanno trovato un modo per sfruttare la forma selvatica per applicarla allo loro filosofia, diventano un serbatoio di spore nocive. Proprio un brutto soggetto.

Legenda dei colori per la valutazione del Circolo delle Spore

Per valutare questa sottoclasse del druido ed esprimere un mio parere soggettivo ho utilizzato i seguenti colori.

  • Rosso: Un’opzione molto scarsa o troppo situazionale;
  • Arancione: Una caratteristica che può essere utile in qualche circostanza;
  • Verde: Una buona opzione;
  • Blu: Ottima caratteristica, ma con un piccolo difetto;
  • Giallo oro: Fantastica caratteristica.

Risorse utilizzate in questo articolo

Anche se in alcuni casi spiegherò alcune capacità, questo elenco non sostituisce la spiegazione puntuale e ufficiale dei manuali che vi invito a consultare in contemporanea alla lettura dell’articolo. Anzi alcuni particolari sono stati volutamente omessi, poiché il mio è solo un commento e non una pubblicazione di regole! Acquistate i Manuali!!!

Circolo delle Spore: Tortle
Un “tortle” druido, apprezzato per la sua alta CA fin dal 1° livello

Circolo delle spore

Inizierò valutando le singole caratteristiche. In modo molto simile al Circolo della terra, questa sottoclasse concede la conoscenza di alcuni incantesimi al 3°, 5°, 7°, 9° livello. Gli incantesimi concessi cono considerati sempre preparati. Come noterete, questo druido ha una vocazione da mischia, sarà all’altezza del compito?

Circle Spells (2° liv.): Non solo incantesimi ma anche un Trucchetto, Tocco gelido, un trucchetto niente male ed in linea con la sottoclasse “decadente”.

  • 3° livello: Due incantesimi non di classe, uno che userete poco, mentre l’altro assai utile contro chi vi attacca da distante.
  • 5° livello: Un quinto livello ricco con Animare i Morti e Forma Gassosa, il primo in linea con il circolo delle spore, il secondo sempre utile.
  • 7° livello: Meno efficacie del precedente, con 2 incantesimi già della lista del druido. Il primo è in linea col la filosofia della sottoclasse, il secondo un pò meno, ma sempre utile.
  • 9° livello: Due potenti opzioni, una già delle lista del druido, l’altra è la potente Nube Mortale.

Halo of Spores (2° liv.): Il druido guadagna un attacco a reazione contro un nemico che gli si avvicina troppo. L’attacco è causato dalle sue minuscole spore (invisibili) che lo accompagnano. L’attacco causa danni necrotici. Salendo di livello il danno aumenta, ma non raggiunge mai grandi punteggi. Grazie a Symbiotic Entity il danno aumenta. In aggiunta il bersaglio per subire il danno deve fallire un TS su Costituzione. Questo attacco di reazione migliora le opportunità offensive del druido (bene). Contro la maggior parte dei non morti (avversari abbastanza diffusi) non causerete danno (male). Il TS su Costituzione è solitamente uno dei più alti (male).

Symbiotic Entity (2° liv.): Questo potere condizionerà abbastanza il vostro stile di combattimento. Sacrificando uno degli usi della forma selvatica, diventerete più forti. Guadagnerete dei PF temporanei in proporzione al vostro livello da druido. Inoltre potenzia un pelino Halo of Spores. Infine i vostri attacchi in mischia da arma causeranno dei danni da veleno aggiuntivi. Signori e Signore ecco il Druido da Mischia 😉

Fungal Infestation (6° liv.): Potete animare animali e umanoidi morti di taglia piccola o media per un’ora. Potete utilizzarti come servitori o per combattere. In combattimento saranno poco più che una distrazione per gli avversari. I danni ad area li friggeranno in un attimo, ma contro degli assalitori da mischia possono darvi il tempo per riorganizzarvi.
Per animarli dovete usare la vostra Azione di Reazione e potrete così approfittare dei corpi dei nemici uccisi. In sostanza, utile, ma non speciale.

Spreading Spores (10° liv.): Potenzia l’uso combinato di Halo of Spores con Symbiotic Entity. Mentre il druido è in modalità “Symbiotic” come azione bonus può lanciare le spore lontano da se per infestare e causare danni ad area. Le spore infestano quell’area finché il druido non le lancia da un’altra parte. Finché le spore sono in questa modalità, il druido non può più usare la sua reazione per Halo of spores. Questo uso aumenta la versatilità e le possibilità del druido, ma non è un grandissimo potenziamento (se non altro non richiede concentrazione).

Fungal Body (14° liv.): Il druido del Circolo delle Spore guadagna immunità a ben 4 condizioni, 3 poco diffuse, la quarta un po’ più frequente. Ma la chicca viene ora, immunità ai critici se non è incapacitato. Wow. Certamente non capita di subire con frequenza un critico, ma è sempre meglio non subirlo.

Quanto è efficace la sottoclasse?

Il druido del Circolo delle Spore, è un personaggio fortemente votato all’azione e al combattimento in mischia in modo alternativo al Circolo della Luna.
Mentre i “lunatici” prediligono la forma selvatica, questi druidi tossici preferiscono combattere senza trasformarsi.
Halo of Spores e Fungal Infestation utilizzano l’Azione di Reazione mentre Spreading Spores utilizza l’Azione bonus.
Questi due opportunità aumentano le possibilità, la versatilità e la giocabilità della sottoclasse. Tuttavia non diventerete dei Tank.

Caratteristiche principali

Destrezza, Saggezza e Costituzione sono le caratteristiche principali di questa sottoclasse.

  • La Destrezza è utile per la CA, l’iniziativa e il TXC se combattete con un’arma versatile (tuttavia c’è “Randello incantato” che si basa su saggezza).
  • La Saggezza è utile per la CD dei vostri poteri e dei vostri incantesimi.
  • Infine la Costituzione è utile perché andando in mischia, i PF non vi basteranno mai.

Stili di combattimento in mischia del druido del Circolo delle Spore

I seguenti due stili di combattimento sono solo un esempio. Tuttavia dopo averli letti, vi sarò chiaro che questo druido non potrà fare il tank, ma un combattente da mischia di supporto. Attenzione, utilizzando ambedue le mani per combattere potreste aver bisogno del talento “Incantatore da Guerra“.

SCUDO E BASTONE

Consultando vari siti web ho notato come molti giocatori si orientino a massimizzare per prima la Saggezza al fine di sfruttare il trucchetto “Randello incantato” con un Bastone Ferrato (Quaterstaff) ad una mano.
Tuttavia viene preso anche il talento “Iniziato alla magia“.

Il Talento “Iniziato alla magia“, viene sfruttato per guadagnare due trucchetti da mischia (Booming Blade e Green Flame Blade) e l’incantesimo “scudo” o “Armatura Magica” (dura 8 ore ed equivale ad una Cuoio Borchiato +1).

Quindi al 4° livello prenderebbero il talento “Iniziato alla magia” mentre all’8° aumenterebbero la saggezza, arrivando così a 18.

Un singolo attacco del druido all’8° causerebbe 1d8(randello incantato) + 1d6(Simbiotic Entity) + 1d8(GFB) + 4(sag) =16,5 media.
Classe armatura 18 (13Armatura magica +3des +2scudo)

BASTONE E MAESTRO DELLE ARMI SU ASTA

Questo stile richiede l’utilizzo del talento “Maestro delle Armi su Asta” assieme al Bastone ferrato e al trucchetto “Randello incantato“.
Come ci suggerisce Crawford, può essere usato ad una mano (vedi tweet) e combinarsi con lo scudo.
Come nell’esempio precedente si sfrutterà la saggezza come caratteristica primaria sia per gli incantesimi che per attaccare in mischia.
Il talento permette di effettuare un attacco con l’azione bonus. Questo secondo attacco sfrutterà ancora la saggezza per attaccare e per i danni, ma il suo danno sarà di 1d4 come puntualizzato da Crawford in questo tweet.

I danni da veleno da Simbiotic Entity si applicano ad entrambi gli attacchi.
Anche in questo caso si può ricorrere al talento “Iniziato alla magia” per recuperare “Armatura Magica”, “Booming blade” e “Green flame blade”.

In questo caso di potrebbe valutare come razza la variante umana per selezionare subito uno dei due talenti, al 4° livello il secondo talento e portare la saggezza a 18 all’8° livello.

Danno medio attacco principale all’8° livello: 1d8(randello incantato) + 1d6 (Simbiotic) + 1d8 (GFB) + 4(sag) = 16,5.
Danno medio attacco secondario: 1d4(MAsA) + 1d6 (Simbiotic) + 4(sag) = 10.
Classe armatura 17 (13Armatura magica +2des+2scudo).

druido

In Forma Selvatica che “spore”

Non ho trovato Sage Advice sull’argomento, ma se qualcuno ha notizie a riguardo mi avvisi.

Halo of Spores: In forma selvatica è mio parere che il druido possa utilizzare Halo of Spores a patto che l’ambiente lo permetta (sott’acqua ho qualche perplessità).

Simbiotic Entity: Simbiotic Entity è alternativo alla forma selvatica e quindi non può funzionare ne potenziare altre capacità.

Fungal infestation: Fungal infestation è mio parere che possa essere utilizzato anche in forma selvatica.

Spreading Spores: non funziona in forma selvatica, poiché utilizza Simbiotic Entity.

Fungal Body: Il druido mantiene privilegi e benefici dati dalla classe comprese queste. La vostra più forte forma selvatica di GS1 (Lupo feroce, Avvoltoio gigante, Rospo Gigante, Piovra gigante) può beneficiarne.


Multiclasse

Tra le varie classi disponibili, il Monaco è quella che vi permette di sfruttare appieno il bonus Destrezza combinato con il bonus Saggezza per incrementare la vostra Classe armatura.
In questo modo potreste risparmiare l’incantesimo “armatura magica” e scegliere “scudo” o altro.

Purtroppo la tradizione monastica “Way of the Long Death”, che per flavour si avvicina a questo druido delle spore, già al 3° livello presenta una sovrapposizione inutile di poteri. In aggiunta “Way of the Long Death” è una tradizione monastica dei FR e non di Ravnica.


Conclusione

Questo druido del Circolo delle Spore è un soggetto interessante da giocare, versatile e divertente. Richiede un pò di ottimizzazione e scelte da operare in fase di progettazione.
Non otterrete un grande tank, ma un combattente da mischia di supporto.
L’aspetto più interessante mi è suggerito dal flavour della sottoclasse e dalle possibilità di Role Play che ne possono scaturire.
Provatelo!!!

Questo articolo ha un commento

  1. Gabriele

    Ottima analisi, la aspettavo.
    Nelle mie campagne casalinghe il druido delle spore sara’ sempre fruibile.

Lascia un commento

  • Post last modified:12 Settembre 2020
  • Reading time:9 min(s) read