The Carnival, il Dominio della tragedia itinerante. Recensione (VRGtR)

Amici e appassionati, bentornati a Ravenloft e ai suoi domini, oggi vi parlerò di The Carnival, il dominio della tragedia, o fregatura, itinerante. Questo semipiano Dark Fantasy del “Carnevale itinerante” lo trovate all’interno del nuovo manuale VAN RICHTEN’S GUIDE TO RAVENLOFT.

Sono 17 i domini del terrori descritti nel nuovo manuale VAN RICHTEN’S GUIDE TO RAVENLOFT, escludendo la lunga lista dei domini appena abbozzati (altri 22).
Oggi vi parlerò di The Carnival: nella prima parte dell’articolo vi farò una recensione del semipiano, mentre nella seconda parte vi proporrò un’idea per un’avventura.

Faccio un’appunto sui 17 domini contenuti nel manuale. Non aspettatevi delle avventure o delle campagne. Alcuni possiedono una mappa, zeppa di luoghi privi di descrizioni, altri nemmeno quella. Ad esempio se avete giocato a Curse of Strahd e confrontate la vostra esperienza con la descrizione del Dominio “Barovia”, troverete quest’ultima davvero approssimativa.

Risorse utilizzate per scrivere questo articolo

Materiale Extra su DMsGuild a tema The Carnival

Articolo su prossima avventura Wizards a tema Carnival: The Wild Beyond the Witchlight

Anche se narrerò alcuni aspetti del dominio del terrore, questo articolo non sostituisce la spiegazione puntuale e ufficiale dei manuali che vi invito a consultare in contemporanea alla lettura dell’articolo. Anzi alcuni particolari sono stati volutamente omessi, poiché il mio è solo un commento e non una pubblicazione di materiale e regole! Acquistate i Manuali!!!


The Carnival, che lo spettacolo abbia inizio

The Carnival

The Carnival si distingue dagli altri domini del terrore poiché è simile ad un circo o fiera itinerante. Si distingue per la sua duplice natura, colorato e attraente ma portatore di sfortuna e tragedia.
Prima del suo arrivo, nei villaggi appaiono manifesti e locandine che promettono felicità, divertimento e svago. Una fuga dalla realtà vera e propria.
Gli artisti che ne fanno parte sono ben intenzionati nei confronti degli spettatori e non hanno cattive intenzioni. Purtroppo forze oscure e sinistre viaggiano assieme a loro.

Questo concetto della “forza sinistra a loro insaputa”, ha colpito molto la mia fantasia (sarà perché sono italiano e alla nostra classe dirigente capitano spesso cose a loro insaputa, perdonate la disgressione). Il maligno può essere paragonato ad un virus che infetta ma non uccide i membri del circo.
Di questa fiera fanno parte anche venditori di ogni genere di prodotto, tanto da assomigliare un “Emporio di Mahadi 2.0” (vedi Discesa nell’Avernus).

Descrizione della fiera

Punto dolente, Manca una mappa!
La fiera è formata da una biglietteria, giochi da fiera, tenda centrale e vari spettacoli secondari.
Non mancano personaggi bizzarri ed inquietanti, una sala dell’orrore e una fiera bizzarra di venditori e bancherelle.
Al termine della fiera tutto viene smontato e caricato su carri trainati da cavalli.
The Carnival viaggia spesso anche tra i Reami del Terrore e può diventare un modo per sfuggire da un reame senza rimanerne imprigionati (altri particolari nel manuale).

Isolde and Nepenthe

Isolde è un’Eladrin, un’elfa nativa della Selva fatata. E’ la leader di The Carnival e il suo legame con le forze oscure è caratterizzato in modo intelligente. Non è malvagia, ma vittima di una archfey sua arcinemica di nome Zybilna che ha trovato il modo di collaborare con lei. Si trova in quella strana “relazione di coppia” in cui è consapevole di dover troncare, ma non riesce a liberarsi dell’altro.
Isolde Viaggia con la fiera itinerante con lo scopo di acciuffare e uccidere un immondo chiamato “the caller“.

Invece Nepenthe è una spada magica intelligente di tipo “Sacro vendicatore“. La sua relazione con Isolde è speciale tanto da estremizzare alcune scelte dell’elfa. Non entro troppo nei particolari poiché non voglio fare ne spoiler ne rovinarvi la sorpresa.
Forse, per caratterizzare meglio Isolde, la farei parlare spesso ad alta voce con la spada, tanto da farla sembrare leggermente svitata.

Per costruire delle storie nel dominio di The Carnival, dovete capire bene e approfondire il rapporto tra Isolde e Nepenthe e Zybilna. Inoltre sono sempre più convinto che la prossima avventura The Wild Beyond the Witchlight abbia un qualche legame con Isolde.

Adventures in The Carnival

La sezione Adventures in the Carnival del manuale propone solo 4 differenti idee per avventura che non vi descrivo qui.
Sono 4 idee carucce, ma forse avrebbero potuto impegnarsi di più data la particolarità del dominio.


Breve opinione

Da questo The Carnival mi sarei aspettato un approccio molto più horror, con spettacoli macabri o che finiscono per coinvolgere in modo irrimediabile lo spettatore.
Invece sono rimasto spiazzato, poiché l’atmosfera è più da fiera dei freak.
Il vero orrore risiede non nei suoi ospiti, ma nel dramma o nella prigione psicologica che sta vivendo Isolde.
Mentre dei personaggi buoni potrebbero voler empatizzare con l’elfa con lo scopo di aiutarla, dei PG malvagi potrebbero puntare direttamente alla potente spada

Spunto per una campagna con The Carnival

The Carnival

In questo paragrafo proporrò uno spunto di campagna originale con The Carnival ma senza conclusione lasciando a voi master il compito di concludere.
Vedrei protagonista questa fiera itinerante nel capitolo 5 di Curse of Strahd: “The Town of Vallaki“.
Per capire tutti i passaggi successivi è necessario conoscere l’avventura di CoS. La proposta è per gruppi di giocatori che amano gli intrighi e l’investigazione.

Premesse narrative

Vallaki è la “città della gioia” il cui motto è “tutto andrà bene“. Il suo barone si chiama “Vargas Vallakovich” ed è un tipo abbastanza strambo. Infatti ritiene che l’unico modo efficacie per tenere lontano il principe vampiro, sia organizzare delle parate e delle feste con lo scopo di tenere alto il morale dei cittadini.
Il suo festival cittadino con la parata delle teste di lupo, infilzate su delle picche, è divenuto molto famoso.
L’arrivo del circo itinerante di Isolde sarebbe accolto da lui con grande gioia e ciò permetterebbe al Dungeon Master di rimescolare le carte e le trame cittadine di questa rinomata avventura.
Per questo spunto è necessario che i PG siano già arrivati in città ed abbiano già conosciuto il Barone.

Introduzione narrativa

Vi trovate di fronte al Barone. Pallido, sorridente, ma con l’espressione degli occhi che tradisce la sua preoccupazione. L’insieme risultante è una grottesca maschera di felicità posticcia.
Anche la sua sicurezza sembra esser venuta meno e la voce roca si smorza in alcuni passaggi del suo discorso.
Vargas Vallakovich è preoccupato per la scomparsa del figlio “Victor Vallakovich“.
Come altri cittadini di Vallaki, suo figlio è andato a vedere lo spettacolo circense pomeridiano. Victor, per volere del padre, è stato accompagnato dal suo tirapiedi “Izek Strazni“, nonostante ciò non ha fatto più ritorno.
Sembra che Victor si sia allontanato di sua spontanea volontà da Izek e poi sia scomparso. Izek non trovandolo, ha creato un certo scompiglio alla fiera, arrivando ad accusare Isolde, la leader del circo itinerante, di nascondere qualcosa. A causa del parapiglia che ne è conseguito, Izek è stato catturato ed ora è tenuto prigioniero dall’elfa. Restituirà l’uomo solo se riceverà le scuse formali del Barone. Il Barone tuttavia non ha nessuna intenzione di chiedere scusa e vuole sapere dove è finito suo figlio.

Il Ruolo dei PG

I PG dovranno lavorare per il Barone ed andare alla fiera per scoprire il fato del figlio.
Il Barone teme che un’azione diretta contro Isolde possa avere come conseguenza la morte del figlio e pretende che i PG usino tatto. Del fato di Izek è già meno preoccupato 😀
I PG potranno scegliere come condurre le indagini, se come ambasciatori ufficiali del Barone (consegnando una lettera del Barone) oppure in incognito come dei normali visitatori.

La campagna in breve, allerta spoiler

Durante lo spettacolo circense, le perversioni di Victor hanno avuto la meglio (Vedi Cap5 di CoS).
Il giovine individuò una ragazzina Vistani presente allo spettacolo di nome Arabelle (CoS pag 122) con lo scopo di farne uno dei suoi esperimenti in soffitta. La ragazzina però ebbe la meglio: fuggì dalle grinfie del baronetto per finire in quelle di Bluto Krogarov. La storia per lei poi proseguirà come da avventura originale.

Invece l’elfa Isolde ha condotto il suo Carnival a Vallaki alla ricerca dell’immondo “The Caller“. E’ convinta che tra gli abitanti della cittadina si nascondano dei suoi adoratori. Le accuse ingiuste che gli sono state rivolte da Izek, non solo la stanno allontanando dal suo obiettivo, ma l’hanno mandata fuori di senno. E’ ossessionata dal voler entrare in città con lo scopo di torturare ed uccidere gli adoratori del demonio, ma il barone non è intenzionato a permetterglielo fino a che non verrà ritrovato suo figlio.

Lady Fiona Watcher è stata avvertita dal suo famiglio che assieme alla fiera, sarebbe arrivato in città un grosso pericolo per la sua famiglia. Il pericolo avvertito dal famiglio è rappresentato da Isolde, ma la creatura non è riuscita a determinarne con esattezza la fonte. A causa di ciò la matrona è incerta se il pericolo sia una persona, un gruppo di persone (i PG) o il periodo temporale corrispondente alla permanenza della fiera. La matrona ha deciso pertanto di muovere le sue pedine al fine di liberarsi di uno o due problemi 😀

Ernst Larnak, agente della famiglia Watcher, trovando il baronetto privo di scorta alla fiera, non si è lasciato sfuggire l’occasione. Ha dapprima stordito e poi imprigionato il giovane Victor in un’abitazione vuota di Vallaki.
Ufficialmente Lady Watcher è preoccupata per il giovane promesso sposo di sua figlia e spinge il barone Vargas ad intervenire con la forza contro il circo, ma segretamente partecipa al suo rapimento 😉

Sviluppi

Lady Watcher farà dapprima pressioni sul Barone per mandare via il circo.

Se scoprirà che a minacciare le sue brame di potere è Isolde, falsificherà delle prove per indirizzare l’eladrin contro il Barone Vargas. Nel caso il barone con l’ausilio dei PG riuscisse a respingere Isolde, Lady Watcher ordinerà a Ernst di liberare Victor prendendosi il merito della liberazione.

Invece se il barone Vargas fosse sconfitto da Isolde, Lady Watcher libererà il baronetto promettendogli che la morte di suo padre sarà vendicata. Per conto del baronetto, sconvolto dagli eventi, assumerà la guida della guardia cittadina e con la complicità dei Vistani, scaccerà il circo. Fisserà la data delle nozze tra sua figlia e il baronetto, ma di fatto governerà incontrastata la città.

Conclusione

circo

E con The Carnival ho concluso la recensione anche di questo 3° dominio del terrore.
Ho trovato la costruzione di Isolde e le sue motivazioni convincenti, mentre le descrizione del “carnival” non è del tutto soddisfacente (manca pure una mappa).
Questo piccolo dominio non è semplicissimo da gestire. Può essere utilizzato come espediente per viaggiare tra i reami del terrore o come un luogo di riparo sicuro e base di partenza per le prossime missioni.

Se vi è piaciuto questo semipiano o avete altri spunti narrativi, lasciate un commento qui sotto o nella pagina FB, a presto!!!

Lascia un commento

  • Ultima modifica dell'articolo:25 Giugno 2021
  • Tempo di lettura:9 mins read