Veleno e condizione avvelenato, breve guida (D&D5e)

Amici avventurieri, loschi malandrini ed efferati zuzzerelloni, oggi approfondisco per voi veleni, danni da veleno e condizione avvelenato. Cercando in lungo e largo nei vari manuali non si trova granché. Ho avuto l’impressione che questo sia un tema abbozzato e poco approfondito. Sarà vero? scopriamolo assieme.

Risorse utilizzate per scrivere questo articolo

Per scrivere questo articolo sui veleni ho consultato prevalentemente i seguenti manuali:

  • Dungeons & Dragons. Manuale del Giocatore
  • Dungeons & Dragons Guida Del Dungeon Master
  • Guida Omnicomprensiva di Xanathar
  • Calderone Omnicomprensivo di Tasha

E i seguenti siti web:

Forse qualcuno dei manuali indicati si trovano ancora su Amazon, ultimamente vedo molti assenti on line. Qui vi metto solo quelli in inglese:

Fortunatamente moltissimo materiale è pubblicato nel regolamento basic e quindi ve ne posso parlare con estrema libertà, terrò comunque una linea divulgativa con lo scopo di stimolare in voi la curiosità di approfondire questo argomento sui manuali ufficiali.

Tipi di veleno e dove trovarli

veleno e avvelenato

La maggior parte dei veleni è descritto nella DMG a pagina 257 (in italiano). La Guida fornisce quasi tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per farci una cultura sui veleni ufficiali della 5° edizione.

Costoro vengono divisi per tipo ovvero veleni per Contatto (Contact), Ferimento (Injury), Inalazione (Inhaled) ed Ingestione (Ingested).
Questa suddivisione è sufficiente a stimolare la fantasia di ogni giocatore intenzionato a manipolare i vari tipi di veleno.

Contatto

Questi sono interessanti, basta toccarli per subirne gli effetti e se avete un DM birichino sono pericolosi anche per chi li spalma.
Possono essere utili anche per combattere dato che basta toccare la pelle esposta.
Non sono letali in quanto non causano danno, ma le condizioni che provocano sono utilissime in combattimento o in altri contesti.
Rimangono attivi finché non lavati o finché non vengono toccati, di conseguenza sono utili ad un solo tentativo per dose.
Ne esistono solo un paio che vi descrivo brevemente:

  • Muco di Vermeiena
    Paralizza per un minuto (ma c’è un TS ad ogni turno)
  • Olio di Taggit
    Vi rende privi di sensi per 24 ore

Ferimento

Vi sono 5 veleni in questa categoria (escludendo il 6° tipo dato col talento Maestria dei Veleni). Alcuni sono costosissimi, varrebbe quasi la pena avventurarsi a caccia di mostri per estrarre il loro veleno e rivenderlo 😀
I veleni di questo tipo sono ottimali per essere usati in combattimento su armi e proiettili, ma anche su trappole.
Quattro di questi veleni sono nella DMG ed uno è nel PHB. I quattro della DMG una volta applicati rimangono sull’arma/trappola in tempo indefinito finché non colpiscono e sono utili per un solo colpo oppure no?

Ecco cosa risponde Mike Mearls alla domanda sulla durata di questi veleni (vedi Tweet): “Userei 1 minuto per quelli applicati a un’arma o lasciati esposti all’aria. 1 ora per qualsiasi cosa mista a cibi o bevande“.

Quindi fa fede la descrizione della DMG “rimangono attivi finché non vengono trasmessi tramite una ferita” oppure la descrizione di Mike Mearls? Accordatevi con il vostro DM per sicurezza.

  • Veleno di Serpente
    Utile a fare danni, poco costoso (200 mo) ma il TS è basso.
  • Veleno di Verme Purpureo
    Il più potente e costoso in assoluto (2000 mo). TS eccezionale, danni davvero alti.
  • Veleno di Viverna
    La via di mezzo tra i precedenti due. TS e danni commisurati. Costo alto (1200 mo).
  • Veleno Drow
    Non causa danni ma se si fallisce il TS impone la condizione avvelenato ed in alcuni casi può perfino mandarvi al tappeto facendovi perdere i sensi.

L’ultimo tipo di Veleno si trova nel manuale del giocatore nel capitolo dell’equipaggiamento a pagina 150. Questo veleno rimane sull’arma per un minuto e pare possa essere usato per più attacchi all’interno del minuto in cui è attivo. Così ci spiega Jeremy Crawford “Come sta scritto, funziona per molteplici colpi” (vedi Tweet) che è esattamente il contrario di ciò che spiega Mike Mearls (vedi Tweet). Pazzesco, ciò mi pensare che questo sia un aspetto del gioco su cui si sono confrontati molto poco.

  • Veleno (fiala)
    E’ più economico dei precedenti, costa solo 100mo, e causa meno danni dei precedenti, solo un 1d4 e dura sull’arma meno dei predecenti.

Dalla spiegazione del Veleno (fiala) a pagina 153 del PHB, si può per analogia desumere che per applicare questi veleni sulle armi serva sempre un’azione. Ma di ciò parlerò più sotto.

Inalazione

Questi tipi di veleno sono gas o polveri. Colpiscono anche se si trattiene il respiro in quanto passano anche attraverso membrane nasali, condotti lacrimali, ecc. Sono di tre tipi (costo medio).

  • Essenza di Etere
    CD media, impone la condizione avvelenato e la creatura avvelenata è priva di sensi. Niente male per mettere fuori gioco qualcuno per un po’.
  • Fumi di Othur Bruciato
    Utile a far danni (pochi) anche continuati se si falliscono i TS successivi. La CD è solo 13 ed è utile contro creature non troppo forti.
  • Malizia
    Non causa danni ma impone la condizione avvelenato e accecato per un’ora senza ulteriori TS oltre al primo.
    Questo è davvero bello, TS decente, costo gestibile.

Ingestione

Ed ecco infine l’ultima categoria composta di ben 5 veleni, anche se esiste una pozione magica di veleno che funziona esattamente come un veleno da ingestione.
In combattimento sono difficilissimi da usare, ma in alcune belle sessioni di role play potrebbero fare la differenza.

  • Lacrime di mezzanotte
    Suggestivo e terribile se ci pensate, questo veleno che scatta a mezzanotte. Costosissimo (1500 mo), CD davvero alta ma non quanto il Veleno di Verme Purpureo. Utile come strumento per perseguitare o punizione. Chi lo subisce non dorme tranquillo, soprattutto all’arrivo della mezzanotte.
  • Sangue dell’Assassino
    I danni da veleno sono esigui, il TS imbarazzante, ma la condizione avvelenato dura 24 ore. Economica e potente.
  • Siero della Verità
    Fantastico l’effetto da zona di verità, ottima la condizione avvelenato, peccato il TS molto basso.
  • Tintura Pallida
    Mamma mia, terribile, anche se leggero. 1d6 di danni per 7 giorni di fila che non possono venir curati. Per fortuna c’è il TS, anche se non è proprio facile da superare. Sembra quasi una tortura o un veleno per una vendetta.
  • Torpore
    Nessun danno, TS buono, ed impone due condizioni. Avvelenato ed incapacitato.

Ora invece vediamo la Pozione Velenosa. La trovate a pagina a pagina 196 della DMG.

  • Pozione Velenosa
    Se ingerita causa danni per qualche round a seconda di quanto siete sfortunati con i TS. Non tantissimi danni, ma nemmeno pochi.
    La sua caratteristica principale è che assomiglia ad una pozione di cura ferite e può trarvi in inganno.
    Con un po’ di role play può essere somministrata ad un nemico al di fuori del combattimento.

Come applicare il veleno ad un’arma

Nel PHB a pagina 153 nel paragrafo dedicato al Veleno (fiala) troviamo indicato come di può applicare un veleno ad un’arma.
Serve un’azione (Usare oggetto).
Nella DMG non ci sono altre spiegazioni e per analogia possiamo presumere che si faccia così per tutti i veleni di tipo Ferimento.
Anche se non è espressamente indicato, forse anche i veleni di tipo Contatto potrebbero essere usati come i veleni di ferimento durante un combattimento.

Tuttavia in combattimento usare un’azione per spalmare il veleno può essere “costoso” in termini di action economy. Ad esempio i danni aggiuntivi da veleno che causo al 2° round, mi gratificano della perdita degli attacchi al primo round? Non sempre. Combattere con i veleni potrebbe funzionare bene per un attacco di sorpresa, ma nulla più.
Ci corre in questo aiuto il manuale di Tasha con il talento “Maestria dei Veleni” (Poisoner).

Maestria dei Veleni (Poisoner)

Questo talento lo trovate nel manuale di Tasha e vi permette di fare una cosa davvero utile: Usare l’azione bonus per spalmare il veleno su di un’arma. In questo modo potete spalmare e addentare, hem attaccare.

Il talento vi permette anche di superare la resistenza ai veleni delle creature e vi permette di creare delle dosi di veleno a costo molto conveniente (solo 50mo), che potrete usare in combattimento.
Infine ottenete competenza nello strumento Sostanze da Avvelenatore, che è davvero indicato.

Da un certo punto di vista se volete combattere con i veleni, questo talento è un po’ come l’asso pigliatutto, una volta che ce l’avete non andrete a spendere soldi su veleni più letali e costosi ma userete quello che riuscite a produrre voi al costo di 50mo.

Come estrarre il veleno dalle creature

Se il talento Maestria dei veleni non vi ha pienamente soddisfatto e desiderare raggiungere il livello da super Sayan, allora dovete tornare alla DMG. A pagina 258 trovate il paragrafo “Fabbricare ed estrarre veleni“.

Come accennavo più sopra, estrarre i veleni potrebbe rivelarsi un’attività pericolosa, ma assai lucrosa.
Ogni volta che nelle vostre avventure abbattete o mandate al tappeto un serpente, una viverna o altro, potreste estrarne il veleno.

La guida indica che per riuscirvi dovete superare un check di Natura con CD 20, davvero alto, e solo se non siete competenti in Natura potete usare lo strumento Sostanze da Avvelenatore. Ciò a mio modo di vedere non ha del tutto senso.
Sicuramente le conoscenze in natura sono indicate per conoscere creature e ghiandole velenifere, ma di certo una vipera può rivelarsi più o meno complicata di una viverna. In aggiunta potrebbe capitare che avete competenza in natura con un misero +4 mentre avete la competenza nelle Sostanze da Avvelenatore con +7. In questo caso un personaggio simile al vostro privo delle competenze in natura utilizzerebbe direttamente il secondo modificatore, ciò non ha senso.

Prima di tutto legherei il check di natura al GS del mostro (tipo 10+GS). In mancanza di competenza in natura, se il PG è competente nello strumento Sostanze da Avvelenatore, farei usare quest’ultimo ma con CD maggiorata di +5. Questa è la mia proposta, ma magari accordatevi con il vostro DM per capire come fare (ad esempio usare l’uno o l’altro a vostra scelta).

Estrarre i veleni dalle creature vi permette di non spendere denaro per combattere con tali sostanze ed inoltre potrebbe portarvi a sviluppare una piccola guida delle creature utili allo scopo, potreste fare concorrenza a Volo 🙂

Ma sul manuale di Xanathar ci sono info aggiuntive?

Purtroppo con mio disappunto, sullo Xanathar non vi sono informazioni aggiuntive utili. Speravo che il trafiletto dedicato allo strumento “Sostanze da Avvelenatore” chiarisse e spiegasse meglio certi punti ed invece non lo fa. Aggiunge usi alternativi dello strumento e qualche CD di poco conto.

Danni da veleno e condizione avvelenato

veleno e condizione avvelenato

Quando si inizia a giocare a D&D, è facile incappare nell’errore di confondere i danni da veleno con la condizione avvelenato.
Mentre i danni da veleno vanno sottratti dai PF, la condizione avvelenato viene utilizzata anche per indicare una condizione di intontimento e riflessi allentati. Ad esempio se il vostro PG va in taverna e si ubriaca, assumerà la condizione di avvelenato.

La condizione Avvelenato è descritta a pagina 290 del PHB.

Una creatura avvelenata subisce svantaggio ai tiri per colpire e alle prove di caratteristica.

Non tutti i veleni indicati più sopra impongono questa condizione che risulta essere molto vantaggiosa in combattimento.
Lo svantaggio ai Tiri per colpire si commenta da solo, mentre lo svantaggio alle prove di caratteristica può essere sfruttato in questo modo:

  • Avere svantaggio alle prove di percezione influisce pure sulla percezione passiva (-5), un nemico avvelenato sarà meno abile ad individuarvi quando vi nascondete, anche in combattimento.
  • Sarà più facile lottare contro un nemico avvelenato poiché le sue prove di atletica avranno svantaggio.

FAQ ufficiali sul veleno

Domande e risposte ufficiali sui veleni e condizione avvelenato, prese dal compendio e dal sito Sage Advice.

FAQ dal Compendio di D&D

La caratteristica Purezza del corpo di un monaco garantisce l’immunità ai danni da veleno, alla condizione avvelenato o a entrambi?

Questa caratteristica garantisce l’immunità a entrambi. Di conseguenza, un monaco con Purezza del corpo può, ad esempio, inalare illeso l’alito velenoso di un drago verde. Allo stesso modo, il monaco non è influenzato dal raggio di infermità, che infligge danni da veleno e impone la condizione avvelenato.

Un Ladro Furfante può usare Mani Veloci per usare o applicare veleni?

SÌ. Somministrare veleno usa l’azione Usa un oggetto.
(NDR: Questa è una chicca, il ladro furfante può pertanto usare i veleni efficacemente in battaglia anche senza possedere il talento Maestria dei veleni).

L’incantesimo del banchetto degli eroi garantisce l’immunità ai danni da veleno o solo la condizione avvelenato?

L’incantesimo del banchetto degli eroi garantisce l’immunità al veleno in qualsiasi forma: danno e condizione.

FAQ dal sito Sage Advice

Un Dragonide Verde è resistente ai danni da veleno, ma per quanto riguarda la condizione avvelenato?

La resistenza ai danni da veleno in automatico non conferisce anche il vantaggio ai TS per evitare la condizione avvelenato se non espressamente indicato. Vedi Tweet.

Può un druido in forma animale trasformato in una bestia velenosa fungere da fornitore di veleno per riempire le fiale?

A meno che il testo di una creatura non spieghi come estrarre il veleno dalla creatura, tale estrazione è possibile solo se consentito dal DM. Vedi Tweet.

Se un personaggio viene avvelenato da una creatura e il gruppo uccide la creatura, gli effetti durano anche dopo la morte?

Le durate e gli effetti non sono legati alla durata della vita di una creatura salvo espressamente scritto (vedi tweet).

(NDR: mia sintesi) Interdizione arcana (Mago Abiuratore) protegge dalla condizione avvelenato del veleno drow?

Se non vi è ferimento, non vi è avvelenamento. Interdizione arcana è quindi in grado di proteggere dalla condizione avvelenato a patto che assorba tutti i danni delle freccia col veleno (vedi contorto tweet).

Se effettui un colpo critico con un’arma ricoperta di veleno, raddoppi i dadi veleno a causa del critico o no a causa del tiro salvezza?

L’intento è no. Il tiro salvezza, non l’attacco, determina se il veleno ha effetto dopo un colpo (Vedi Tweet).
NDR: pazzesco, questo non lo sapevo, se c’è un TS non “critica”…

Perché i forgiati sono in grado di subire danni da veleno?

I forgiati sono creature viventi e hanno un sistema circolatorio. Incanala fluidi alchemici invece del sangue e non è così suscettibile al veleno – quindi vantaggio ai tiri salvezza e resistenza ai danni – ma non ne sono del tutto immuni (vedi risposta di Keith Baker).

Conclusione

Il video dell’articolo su Youtube

Soddisfatti o rimborsati? Se le vostre avventure vi porteranno in lande desolate, dungeons e territori selvaggi, il talento Poisoner o la competenza in Sostanze da Avvelenatore, potrebbe darvi la possibilità di estrarre parecchie fiale di veleno.
La prova di Natura con CD 20 forse è troppo altra per un PG di basso livello ed anche applicandoci maestria prima del 10° livello non riuscirete ad estrarre con efficacia il veleno dalle prede.

In combattimento applicare il veleno alle armi è poco conveniente salvo non riusciate a farlo con l’azione bonus e a quanto pare, i danni inflitti non vengono raddoppiati quando tirate un critico.
Per finire la resistenza e l’immunità ai danni da veleno è parecchio diffusa e potreste sprecare delle preziose fiale contro creature immuni (Il talento Poisoner vi permette di superare la resistenza, ma non l’immunità). Quindi che fare?
Fare o non fare diceva un anziano saggio quando sapevano fare i film. Createvi un PG e giocate con i veleni e poi fatemi sapere 🙂

Il prossimo passo sarà creare una lista di creature velenose da cui estrarre il veleno.

Lasciate i vostri commenti qui sotto. Tornate a trovarmi per rimanete aggiornati con le ultime novità iscrivendovi alla piccola e tranquilla pagina FB e seguendomi sul profilo instagram @telodoioildungeo.it

Ultimo aggiornamento 2024-05-02 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API