Norse Grimoire Recensione del supplemento per Journey to Ragnarok

Amici avventurieri e appassionati di ambientazioni nordiche, oggi vi presento il Norse Grimoire, supplemento per Journey to Ragnarok, l’ambientazione nordica per D&D 5° edizione.

In questo mio blog ho già recensito Journey to Ragnarok, un ottimo supplemento di ambientazione per giocare una campagna a tema nordico.
Sempre tra queste pagine ho ospitato qualche recensione delle nuove sottoclassi a tema nordico contenute nell’ambientazione.

Oggi invece voglio suscitare in voi curiosità per “Norse Grimoire“, un supplemento davvero stimolante ed interessante, differente da ogni altro uscito per la 5° edizione.

Norse Grimoire: di cosa si tratta

Norse Grimoire

Il Norse Grimoire non è una raccolta di razze, classi, sottoclassi e talenti, come potrebbe essere un manuale come lo Xanathar o Tasha, ma tratta di qualcosa di estremamente specifico per l’ambientazione.

Norse Grimoire è un insieme di regole che espande le vostre sessioni introducendo i Galdrastafir (glifi magici islandesi) e l’Elder Futhark (l’alfabeto delle Rune della Conoscenza). Che vogliate utilizzarlo per rendere le vostre sessioni di Journey ancora più immersive, o che vogliate estrapolarne le regole per utilizzarle da un’altra parte, questo prodotto frutto di quasi 20 anni di lavoro non mancherà di rendervi piacevolmente sorpresi.

Descrizione su Amazon

Questo supplemento è quindi una raccolta di Tatuaggi, Talismani e Pitture rituali, frutto di una ricerca durata 20 anni ed unisce con passione la conoscenza sui popoli norreni adattandola al tavolo da gioco.
Nelle 190 pagine circa, troverete bizzeffe di informazioni sul folklore e rituali per introdurre la magia norrena nella vostra campagna.

Addentriamoci quindi per primo capitolo

Capitolo 1: come usare questo manuale

Questo è un piccolo capitolo introduttivo (6 pagine) che ha lo scopo di presentarvi le meccaniche del regolamento per utilizzare i Tatuaggi, i Talismani e le Pitture Rituali. Non l’ho trovato chiarissimo ed ho fatto un po’ di fatica a venirne a capo. Dovrebbe essere un capitolo molto tecnico e schematico ed invece in vari punti è inutilmente discorsivo.

Provo a riassumervi cosa ho capito a vostro beneficio:

  • Esistono due tipi di “simboli”, le Rune e i Galdrastafir che possono essere tatuati, dipinti o incisi.
  • Inoltre esiste la divinazione runica può essere utilizzata per leggere la fortuna o la sfortuna imminente. Naturalmente questa divinazione utilizza le rune.

Tatuaggi

Sia le Rune che i Galdrastafir possono essere tatuati.
Tatuare uno di questi simboli offre un beneficio temporaneo ed uno permanente. Il Beneficio Permanente si attiva quando il beneficio temporaneo termina. Nella descrizione delle Rune e dei Galdrastafir sono indicati questi benefici.
Un PG può avere molti tatuaggi, ma al massimo 3 possono essere attivi (per altre specifiche sull’Armonia, leggete il manuale).

Eseguire un tatuaggio richiede una prova di “Asatru” ed una prova con uno strumento specifico “Cannula per tatuaggi“.

Pitture rituali

Sia le Rune che i Galdrastafir possono essere dipinte.
Dipingere questi simboli offre solo il beneficio permanente ma solo per un breve lasso di tempo.
L’utilizzo del termine permanente per una cosa che non lo è, crea un po’ di confusione, male!
Al massimo un PG può avere una sola pittura rituale dipinta addosso (vedi altre specifiche sul manuale).

Talismani

Sia le Rune che i Galdrastafir possono essere incise su degli oggetti.
Un PG per usare i poteri di quell’oggetto deve entrare in Armonia con esso, ma non solo, ci deve essere un legame con quell’oggetto, anche di sangue.

Attenzione alla regola dell’Armonia (non credo sia la “sintonizzazione“, ma è molto simile). Potete essere in armonia al massimo con 3 tatuaggi, pitture, talismani (vedi pagina 10).

Capitolo 2: le Rune

Norse Grimoire, le Rune
Le Rune

Questo lungo capitolo da pagina 14 a 95 descrive le rune che potrete scoprire e utilizzare.
Da pagina 16 a 25 potrete trovare un interessante approfondimento sulle origini delle rune e sulla divinazione runica.
A proposito di quest’ultima, la potrete usare nelle vostre partite per conoscere il futuro prossimo. Essa influenzerà il vostro gioco sia dal punto di vista interpretativo che meccanico: da provare.

Le rune descritte sono in tutto 24 e penso soddisferanno anche i palati più esigenti.
Ogni runa è preceduta da una lunga introduzione che vi permette di contestualizzare, sia la divinazione runica, sia le motivazioni che potrebbe avere il vostro PG nel volersela tatuare.
Queste descrizioni hanno il grande pregio di aggiungere sapore alla vostra narrazione.

Non vi descriverò le 24 rune, vi invito invece a leggerle con calma, sono una fonte di sorprese.

Capitolo 3: i Galdrastafir

i Galdrastafir
i Galdrastafir

Questo terzo capitolo inizia con una lunga premessa ed approfondimento sulla magia nordica di cui i Galdrastafir fanno parte.
Ma cosa sono i Galdrastafir?

I Galdrastafir sono incantesimi. Nel manuale ve ne sono 33, ma ciò che si dipanerà davanti ai vostri occhi è ben altro.

Ogni incantesimo è preceduto da una lunga introduzione sulle origini del glifo da tracciare e quasi tutti possiedono una formula da invocare. L’introduzione offre spunti narrativi da cogliere per le vostre partite e non mancherà di stupirvi.
Se avete dei personaggi incantatori, l’approccio che vi suggerisco è quello della scoperta. Il DM dovrà lavorarci un po’, ma credo sia il modo giusto per introdurre la magia nordica senza relegarla al classico listone da cui scegliere un nuovo incantesimo.

Conclusione

Norse Grimoire non è solo una raccolta di 24 rune e 33 incantesimi è una fonte di storie, dipende tutto dalla vostra capacità di lasciarvi ispirare.
Lo potete usare sia con Journey to Ragnarok, che nelle vostre campagne casalinghe slegandolo dall’ambientazione.

Le lunghe introduzioni offrono ai master volenterosi, molto materiale su cui meditare e da cui trarre idee per incontri ed avventure.

Peccato per il capitolo introduttivo che a mio parere è poco chiaro (avrebbe dovuto essere immediato e schematico), ma sono sicuro che se seguite le mie indicazioni più sopra sarà tutto più facile 😛 (quanto me la tiro).

Ecco i link utili:

E voi cosa ne pensate? Lasciate un vostro parere o commento qui sotto o nella pagina FB, a presto!!!

Lascia un commento

  • Ultima modifica dell'articolo:29 Settembre 2021
  • Tempo di lettura:5 mins read