La Guerra per il Trono

Amici avventurieri, oggi vi propongo la recensione de “La Guerra per il Trono“, una nuova avventura di Marco Bertini, seguito de “La Seconda Alba Nera“, prima avventura scritta da un italiano che ha raggiunto il traguardo “Platinum Best Seller” su DMsGuild. Guardiamo assieme di cosa tratta 🙂

Risorse disponibili utilizzate in questo articolo

Prima di procedere con la recensione de “La Guerra per il Trono” mi pare giusto contestualizzarla in modo tale che anche i neofiti abbiano gli strumenti per capire di cosa stiamo parlando.

Marco Bertini è un autore italiano che come altri ha creato delle avventure originali e le ha pubblicate sul sito DMsGuild. Questo sito permette agli autori di scrivere avventure originali per le varie ambientazioni canoniche senza aver problemi di Copyright.
Il materiale creato non è canonico per la continuity della Wizards, ma è fonte di idee per moltissime campagne casalinghe.

La Guerra per il Trono” è il continuato della precedente “La Seconda Alba Nera” ed ambedue sono ambientate nei Reami Dimenticati ed utilizzano il regolamento di D&D 5° edizione. Marco ha scritto queste avventure sia in italiano che in Inglese e ciò ha sicuramente contribuito alla loro diffusione.

Per saperne di più vi invito a consultare:

La Guerra per il Trono, introduzione

La Guerra per il Trono

La Guerra per il Trono si presenta come un PDF di 63 pagine con una linea ed una cura dei particolari e delle immagini di ottima fattura.
Per darvi un’idea 63 pagine sono come l’avventura dello Starter Set “La miniera perduta di Phandelver” o l’avventura “Light of Xaryxis” che apparirà nel nuovo box “Spelljammer: Adventures in Space“.
Il documento, disponibile anche in versione Printer Friendly, include:

  • 11 Mappe
  • 8 nuovi mostri
  • 10 oggetti magici originali
  • 2 incantesimi unici
  • Un’accurata selezione di illustrazioni per abbellire il prosieguo della storia
  • Una raccolta di suggerimenti per i giocatori neofiti per creare un’esperienza di gioco più avvincente
  • Un elenco di brani musicali adatti per essere utilizzati come colonna sonora
  • Link ipertestuali molto comodi per saltare da una pagina all’altra quando vi sono dei riferimenti.

Ho apprezzato molto fin dalla sua prima consultazione, alcune attenzioni come la volontà di utilizzare meno manuali possibili e la scelta di scrivere i nomi dei mostri in grassetto in mezzo al testo, esattamente come avviene nella avventure ufficiali.
In aggiunta, nonostante io sia un DM di vecchia data, non posso che apprezzare i suggerimenti per giovani DM che sono disseminati nelle varie pagine e che forniscono degli spunti di interpretazione.

I capitoli dell’avventura

L’avventura in breve

Una città è in fiamme. Cultisti di una setta oscura, uniti a non morti e briganti la stanno razziando. Il piano per scatenare la Seconda Alba Nera è ormai giunto a compimento e l’apocalisse è sempre più vicina. Correte in una città in fiamme, indagate su una misteriosa setta oscura, cercate indizi e preparatevi allo scontro finale contro le forze del male,
in quest’avventura dark fantasy della durata di oltre 30 ore di gioco!

La Guerra per il Trono pagina 2

La Guerra per il Trono non si presenta affatto come un’ampollosa avventura politica, ma in pieno stile D&D immerge i protagonisti in una serie di situazioni ricche di azione in cui è necessario fare delle scelte che possono dare dei vantaggi ma anche risultare fatali.

L’avventura infatti riprende le vicende dove erano state lasciate con “La Seconda Alba Nera“. Dovrete accompagnare una persona importante in città ma al vostro rientro troverete il caos ad attendervi. La situazione ben presto si complicherà e diverrà molto più fumosa. Fortunatamente dei potenti alleati sono disponibili a fornirvi sostegno ed indicazioni su come procedere.

Capitolo per capitolo

L’avventura vera e propria inizia a pagina 18 con il capitolo Episodio 1 “Hellenbrown in Fiamme“.
Questa primo episodio si presenta come una corsa contro il tempo in cui i protagonisti devono raggiungere un luogo per salvare una vita. Lungo il percorso dovranno compiere delle scelte che potrebbero rallentarli e danneggiarli.
Vi è spazio per il role play, ma il 1° capitolo è fondamentalmente action.

A pagina 29 inizia l’Episodio 2 “La Città di Bybay“. In questo secondo capitolo si ha la possibilità di tirare il fiato e raccogliere le idee. I PG possono sia procedere spediti per la storia che compiere una missione secondaria. Possono inoltre vagare per la città di Bybay e c’è molto più spazio per il Role Play. Ho apprezzato anche in questo secondo capitolo l’ambiguità di alcuni PNG.

L’episodio conclusivo s’intitola “La Base Della Mano Nera“. Inizia a pagina 38 e si conclude a pagina 50. E’ l’episodio più corposo caratterizzato dalla presenza di 2 dungeon da esplorare.
Questi dungeon non sono delle rovine abbandonate ed abitate da mostri erranti, ma dei veri e propri covì, Chi li esplora pensando di trovare delle stanze con dei mostri in attesa dei PG di turni, rischia di attirare le attenzioni di tutti i cultisti. Ciò può rappresentare una sfida molto impegnativa o perfino mortale, se affrontata in modo EUMATE.
Infine vi sarà il cliffanger finale in cui i PG scopriranno chi sta dietro al piano di sovvertire il re.

Ma non è finita qui, è previsto un nuovo capitolo per proseguire la storia, non ancora pubblicato, dal titolo “Il Portale del Caos” 🙂

E’ necessario aver giocato a La Seconda Alba Nera per giocare a La Guerra per il Trono?

A questa stessa domanda ha dedicato spazio anche l’autore. Ritengo che un DM con esperienza non abbia problemi a prendere La Guerra per il Trono e di procedere per la sua strada, tuttavia penso che verrebbero a mancare un po’ di spunti narrativi della prima avventura, necessari a far maturare nei giocatori la voglia di approfondire le vicende reali e simpatizzare per i protagonisti. Nel caso il vostro gruppo sia di neofiti, vi consiglio di partire proprio da La Seconda Alba Nera per immergervi meglio nella storia e non perdere gli eventuali colpi di scena.

Da DM ho trovato molto ben riassunto i fatti e gli antagonisti e gli alleati del precedente capitolo e non credo avrete difficoltà ad utilizzarla anche stand alone. In aggiunta se il vostro gruppo di gioco non è molto avvezzo a prendere appunti, all’inizio dell’episodio 2 vi è un ulteriore riassunto per giocatori 🙂

Caratteristiche principali

La Guerra per il Trono

In questo paragrafo vi indico alcune caratteristiche di quest’avventura che potrebbero esservi utili per capire se fa per voi.

Lineare

La Guerra per il Trono è un’avventura abbastanza lineare. Se escludiamo l’episodio 2, il 1° e il 3° si giocano tutti di seguito eventualmente decidendo di saltare qualche punto o introducendone un altro.

Ciò può essere un male per alcuni e un bene per altri. Questo schema si presta molto bene per essere facilmente compreso anche da DM novizi, mentre i DM con esperienza potranno smontarla e rimontarla a piacimento senza temere di rompere qualcosa.

Per neofiti

L’avventura è scritta in modo semplice e comprensibile per permettere anche ad un DM alle prime armi la possibilità di poterla narrare. Allo stesso tempo la sua linearità permette anche a giocatori poco esperti di poter apprezzare la storia senza perdersi in troppe sottotrame. Assieme alla Seconda Alba Nera può essere un ottimo modo per giocare un’avventura “casalinga” ed imparare a giocare a D&D senza impegnarsi subito con moduli avventura più complessi.

Il fatto che sia facile non deve ridurne il valore, i DM con esperienza la possono usare come fondamenta su cui imbastire una trama più complessa.

Pietre miliari

Il sistema di livellamento utilizzato è quello definito dal regolamento come “Salire di livello in base alla storia“. Sui vari sistemi per livellare ho scritto un articolo tempo fa “Salire di livello con le pietre miliari o con i Punti esperienza?“.
Questo sistema utilizzato anche nei circuiti di Adventurers League ritengo sia il più semplice da utilizzare e permette ai PG di concentrarsi sulla storia e non sul singolo mostro da uccidere per guadagnare PX.

Scelte e Moralità

Pur essendo l’avventura lineare e semplice presenta ogni tanto alcune scelte che possono rivelarsi delle complicazioni ed altre che tutto sommano non si rivelano sbagliate. Questa ambiguità l’ho apprezzata molto.

Colpo di scena e spiegazioni

Chi ha giocato La Seconda Alba Nera, qui troverà soddisfazione a scoprire il volto di uno dei nemici della corona. Se giocate solo questo capitolo dovete fare in modo che tutti i PNG siano nominati e ricordati in più occasioni in modo tale che la scoperta finale sia una rivelazione importante per la storia.

Che musica maestro

A pagina 52 c’è una ricca selezione musicale utile ad accompagnarvi ed immergervi nel gioco. Se non avete queste musiche cercatele ad esempio su youtube. Preparatevi prima la sessione e i vari link e buon divertimento 😉

Oggetti Magici Originali

Da alcuni di questi i vostri PG non vorranno separarsi mai, ma proprio mai nonostante le conseguenze, hehe 🙂

Mostri originali

I nuovi mostri sono delle varianti corrotte di alcuni già esistenti. Ho trovato la selezione ben assortita e le schede delle creature facili da consultare con la suddivisione di Azioni, Reazioni e Azioni Bonus, ben fatto!

Durata 30 ore di gioco

Non ho ancora giocato quest’avventura ma ritengo che le 30 ore di gioco ci vogliano tutte se siete un gruppo che ama prendersi del tempo per vivere le varie situazioni. Se invece siete degli scafati ottimizzatori, frequentatori di dungeon e amanti della pizza in piedi, potreste sicuramente terminarla in almeno 5 sessioni di gioco.

Conclusione

Ed eccoci alle battute finali di questa recensione.
La Guerra per il Trono si presta ad essere giocata da varie tipologie di gruppi. Vi sono molti disegni e molte mappe che aiutano a rappresentare le varie situazioni e i PNG che incontrerete durante l’avventura.

Se amate giocare on line, purtroppo non esiste ancora una versione con immagini e token a parte, tuttavia se siete degli smanettoni riuscirete senz’altro ad estrarre le mappe dal PDF per importarle su Roll20 o VTT Foundry.

L’avventura nonostante sia abbastanza lineare, presenta degli elementi preziosi utili ad arricchire il gioco che possono divertire anche i giocatori più veterani. Gli scontri mi sembrano abbastanza impegnativi, adatti a divertire ed impegnare senza risultare impossibili. Un gruppo già amalgamato e bilanciato dovrebbe riuscire ad affrontarli senza rischiare un TPK.

Non ci resta ora che attendere il Portale del Caos per seguire il proseguo della storia e conoscere il destino dei nostri eroi 🙂

Ricordatevi della pagina FB e del profilo instagram @telodoioildungeo.it 🙂 A presto.

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome