Collegi bardici, breve guida alla scelta delle sottoclassi del bardo (5e)

Invece di scrivere un lunghissimo articolo sul bardo (giorni, anzi, settimane di elucrubrazioni), ho pensato di scrivere questo breve articolo sui Collegi bardici.

Prossimamente scriverò un articolo completo sul bardo, una delle mie classi preferite della 5° edizione di D&D. Mi piace molto la sua versatilità e la possibilità di essere incisivo anche nelle situazioni più disparate. Il bardo è proprio questo, non eccelle in nulla se non nella versatilità a fare un pò di tutto, ed in mano ad un bravo giocatore, farà sempre la differenza.

bardo e collegi bardici

Legenda dei colori

Per uniformarmi a varie altre guide on line, utilizzerò i seguenti colori per esprimere una mia preferenza sulle opzioni disponibili.

  • Rosso: Hanno cannato di brutto;
  • Arancione: Una caratteristica che può essere utile in qualche circostanza;
  • Verde: Una buona opzione;
  • Blu: Ottima caratteristica, ma con un piccolo difetto;
  • Giallo oro: Fantastica caratteristica.

Inoltre segnatevi queste due sigle PHB (Player Hand Book ovvero Manuale del giocatore) e XGtE (Xanathar’s Guide to Everything).

Cosa sono i Collegi bardici

I bardi conducono una vita errante a contatto con la gente per raccogliere storie ed informazioni. Amano incontrare altri bardi per condividere queste informazioni, imparare nuove canzoni o carpire opportunità di un lavoro.
Per consentire la divulgazione di sapere e conoscenza, hanno creato delle associazioni chiamate “collegi bardici” presenti nelle città più grandi o che si radunano in alcuni luoghi qualche volta all’anno.
Grazie ad essi il loro sapere e le loro informazioni non vengono perdute.

I collegi bardici non sono come una gilda di ladri, ne come un enclave di maghi e nemmeno come una gilda di avventurieri. Se giocate un bardo, chiedete al vostro master di visitare sempre il collegio bardico del posto, se ne esiste uno.
Questo apre sempre le porte ad una nuova storia 😀

I collegi bardici per ora sono ufficialmente organizzati in 5 specializzazioni (le cosiddette sottoclassi). Terrò il nome in italiano per quelli tradotti ufficialmente, utilizzerò il nome inglese per quelli non ancora tradotti.

  • College of Glamour (del fascino)
  • Collegio della Sapienza
  • College of Swords (delle spade)
  • Collegio del Valore
  • College of Whispers (dei sussurri)

Analisi dei Collegi bardici

Di seguito commenterò i Collegi bardici disponibili nel PHB e XGtE.
Darò una valutazione “soggettiva” che tiene conto delle mie preferenze di gioco personali. Non saranno valutati sotto la lente d’ingrandimento del “combattimento” ma del Flavour di giocare un bardo.
Non descriverò quasi mai le singole specifiche (comprate i manuali :-p) ma mi soffermerò sulla loro efficienza ed uso.

College of Glamour (XGtE)

collegi bardici

Il collegio del Glamour ospita i bardi che hanno padroneggiato l’arte dell’affascinare e circuire le creature. Possono diventare dei subdoli padroni o dei solidissimi alleati. Se vi piace affascinare e il role play social, questo è il collegio che fa per voi.

Mantle of Inspiration (3° livello: Mantello dell’ispirazione): sicuramente un’abilità molto utile in combattimento che migliora aumentando di livello. I PF temporanei conferiti fanno davvero comodo. Consuma ispirazioni bardiche, ma ne vale la pena e farete fatica a non usarla. Aumentate prima il possibile il carisma.

Enthralling Performance (3° livello: Prestazioni strabilianti): questa capacità è potentissima, ma va usata fuori dal combattimento. Indicata per quei giocatori creativi che puntano molto sul role play. Funziona come uno charme su più persone con un tempo di lancio pari ad un minuto. L’aspetto fantastico di questo potere è che le persone che resistono alla fascinazione, non avranno consapevolezza che il bardo ha provato a charmarle. Si ricarica dopo ogni riposo breve.

Mantle of Majesty (6° livello: Manto della maestà): questa è un’altra capacità potentissima. La potete usare semplicemente per castare “comando” come bonus action per un minuto (con nessi e connessi), ma se la usate in congiunzione con charme, avrete il controllo totale di una creatura (attenzione che valgono le solite controindicazioni).
Infatti la creatura fallirà automaticamente i TS. Questa capacità è abbastanza versatile sia per essere usata in combattimento che fuori dallo stesso.
In combattimento potrete semplicemente charmare prima e comandare poi un nemico per metterlo fuori combattimento per tutta la durata della battaglia fino al suo turno. Si ricarica dopo un riposo lungo.

Unbreakable Majesty (14° Maestà indistruttibile): questa è un’opzione straordinaria sia per la difesa che per l’attacco, particolarmente utile se il vostro bardo finisce spesso in mezzo alla mischia.
La parte difensiva è utile ad evitare gli attacchi.
Ma se questi sono inevitabili, potreste forzare l’opzione offensiva per mettere fuori gioco facilmente gli avversari. Assicuratevi di potenziare la vostra CA per sopravvivere a lungo. Si ricarica dopo ogni riposo breve.

Talenti consigliati per il collegio:
Nessuno, alzate il prima possibile il carisma ed abbiate cura della vostra CA.

Collegio della Sapienza (PHB)

Il Collegio della Sapienza accoglie i bardi affamati di conoscenza ed istruiti. Potrebbero svolgere la loro opera come consiglieri reali oppure passare molto tempo nelle biblioteche. E’ indicato per chi ama essere un bardo che eccelle nella versatilità magica rimanendo lontano dalla mischia.

Competenze bonus (3° livello): diventate competenti in 3 ulteriori abilità a vostra scelta. Utilissimo per fare un personaggio versatile o differente dal “classico bardo da taverna”.

Parole taglienti (3° livello): questo potere influisce sui TxC, i Danni e le Prove di caratteristica, ma esclude i tiri salvezza, purtroppo (altrimenti avrei messo il colore oro). Utilizza i dadi di ispirazione e l’azione di reazione.

Segreti magici aggiuntivi (6° livello): il bardo apprende incantesimi aggiuntivi anche da altre classi, prima del 10° livello. Fantastico per la vostra versatilità. Potrete scegliere Marchio del cacciatore dalla lista del ranger o Randello incantato dalla lista del druido.

Abilità impareggiabile (14° livello): è la più debole del lotto. Il bardo può finalmente potenziare anche se stesso con l’ispirazione bardica. Attenzione però solo prove caratteristica (quindi anche i tiri per l’iniziativa).
Al 14° livello il dado di ispirazione bardica è 1d10, ma al 15° diventa 1d12.

Talenti consigliati per il Collegio della sapienza:
Iniziato alla magia e Incantatore rituale, per aumentare il Flavour magico della sottoclasse.

College of Swords (XGtE)

Immaginate degli artisti da strada che mangiano spade, lanciano coltelli o eseguono degli elaborati combattimenti simulati. Questi sono i bardi che fanno parte del collegio delle spade. Tra di loro si chiamano Lame e conducono spesso una doppia vita. Possono viaggiare con un circo come copertura per intrufolarsi a corte e compiere un omicidio. E’ indicato per chi desidera un bardo da mischia con manovre d’attacco, riservato nel carattere e che conduca una doppia vita.
Purtroppo fino al 13° livello compreso, giocherete castrati dal limitato uso delle ispirazioni bardiche.

Competenze bonus (3° livello): la competenza in armature medie è buona se non si sviluppa molto la destrezza (la quale però vi servirà per CA e attacco basato su destrezza). Purtroppo manca la competenza con gli scudi, anche se ha senso per il concetto del personaggio. Le scimitarre sono soprattutto utili se prevedete di usare il combattimento con due armi, ma schifo non fanno nemmeno ad una mano. Inoltre vi permette di usare le armi in cui avete competenza come focus arcano (niente componenti materiali).

Stili di combattimento (3° livello) : due stili tra cui scegliere ad una o due mani. Punterei direttamente al Duellante per avere la mano libera per gli incantesimi.

  • Duellante: il +2 ai danni è sempre utile e la mano libera può essere utilizzata durante il lancio degli incantesimi per la componente somatica.
  • Combattimento con due armi: Utile per valorizzare la scimitarra concessa dalle competenze bonus, però ci sono due problemi. Questo stile consuma la vostra azione bonus, spesso utile al bardo per altri poteri. Inoltre vi tiene impegnata la seconda mano utilizzabile per le componente Somatica e vi servirà il talento “War Caster” per compensare la perdita.

Blade Flourish (3° livello: fioritura della lama): se si attacca, si guadagnano 3 metri di movimento e si possono applicare uno solo dei seguenti effetti a turno consumando ispirazioni bardiche. Purtroppo questa abilità consumerà ben presto le ispirazioni che sono giornaliere e legate al vostro bonus carisma… hai hai hai. Fino al 13° livello compreso, colore arancione, poi verde.

  • Defensive Flourish : E’ la più utile delle tre disponibili. Il dado di ispirazione è usato simultaneamente sia per l’attacco che la difesa. Se il risultato del dado è alto, può essere utile per un attacco mordi e fuggi grazie ai 3m aggiuntivi.
  • Slashing Flourish: Questa abilità può essere utile per sfalciare un pò di minion nemici, ma nulla di più. E’ la peggiore del lotto.
  • Mobile Flourish: Può essere utile per spingere via un nemico senza “disimpegnare”, riposizionarlo o lanciarlo giù da un’altura.

Attacco extra (6° livello): Prediligendo uno stile da mischia, questo ci sta tutto. Migliora le opportunità offensive permettendovi di avere una opportunità in più per applicare Blade Flourish.

Master’s Flourish: invece di consumare Ispirazioni bardiche, potete usare gratuitamente 1d6 per le vostre Blade Flourish in ogni turno. Purtroppo avete aspettato ben 14 livelli per arrivare fin qui ed il dado offerto è solo 1d6. I game designer con questa capacità si sono sprecati 😀

Talenti consigliati per il Collegio delle lame:
Mobilità e Duellante difensivo, anche se dovendo puntare sia a massimizzare il carisma che la destrezza, non avrete molti aumenti di caratteristica da sacrificare.

Collegio del Valore (PHB)

I bardi che fanno parte di questo collegio celebrano gli eroi e le imprese eroiche. Si mischiano tra gli avventurieri e i mercenari nelle taverne o nelle gilde per raccogliere e raccontare storie di imprese eroiche. Questa è la sottoclasse maggiormente da mischia del bardo con un buon bilanciamento tra difesa ed attacco. Purtroppo il bardo di questo collegio è quasi obbligato a prendere il talento “Incantatore da guerra” per essere efficace in combattimento.

Competenze bonus (3° livello): il bardo guadagna la competenza in armature medie, scudi ed armi marziali. Grazie allo scudo, sarete il bardo con la CA più alta ed eguaglierete quasi quella del guerriero. Se puntate a migliorare la destrezza potete sempre optare più avanti per un’armatura leggera con scudo. Grazie all’accesso a tutte le armi marziali, potrete usare lo stocco con la destrezza o una frusta o un’altra arma a vostra scelta. Purtroppo il talento “war caster” diverrà indispensabile per poter lanciare le magie con le mani impegnate da scudo e arma. Questo è forse il maggiore difetto di questa sottoclasse.

Ispirazione in combattimento (3° livello): Amplia le possibilità di ispirazione bardica conferendo all’alleato ispirato la possibilità di utilizzare il dado di ispirazione sia per il danno di attacco che per la difesa. Carina ma non così speciale.

Attacco extra (6° livello): questo attacco aggiuntivo ci sta tutto, essendo la classe orientata alla mischia. Se notate nel collegio delle lame, avevo valutato l’attacco extra come blu, poiché in quel contesto aumentava la possibilità di utilizzare Blade Flourish. In questo Collegio del valore invece, l’attacco extra non aggiunge particolari possibilità.

Magia da Battaglia (14° livello): permette di compiere un attacco con l’arma anche se si ha usato l’azione per lanciare un incantesimo. In mischia può essere utile con trucchetti come Booming Blade e / o Green-Flame Blade che consumano l’azione, per fare due attacchi con armi in un singolo turno. Oppure “Blocca persone” ed attacco sul nemico bloccato. Vi sono varie possibilità ed è perfetta per il collegio.

Talenti consigliati per il Collegio del valore:
Purtroppo prima o poi dovrete prendere “Incantatore da guerra” da abbinare facoltativamente a “Maestro degli scudi“. In alternativa a Maestro degli scudi potete usare una Frusta col talento Sentinella per diventare un ottimo controllore del campo di battaglia.

College of Whispers (XGtE)

I Bardi del collegio dei sussurri sono come lupi tra le pecore. Nascondono il loro collegio di appartenenza e cercano di ottenere la fiducia della gente per acquisire segreti, conoscenze e potere. Possiedono poteri di suggestione e raggiro il cui utilizzo porta a sporcarsi inevitabilmente le mani di sangue. Sono fantastici per chi ama il gioco con molto role play e rivestire un ruolo ombroso o di persona priva di scrupoli. Non è molto adatto per una campagna di sole battaglie.

Psychic Blades (3° livello, lame psichiche): Permette di causare danni psichici quando si colpisce un nemico con un’arma. (Non specifica se in mischia o a distanza, quindi si può ritenere utilizzabile anche con armi a distanza nonostante il nome contenga la parola “lame”). Consuma purtroppo ispirazione bardica, ma questi sono dei danni particolarmente utili contro creature resistenti ai danni come alcuni barbari. Purtroppo questo potere a basso livello non causa molti danni, ma causa 8d6 aggiuntivi al 15° livello, non male soprattutto se la usate solo in caso di critico. E’ l’unica opzione di attacco di questo collegio bardico.

Words of Terror (3° livello, Parole di terrore): Questa è una capacità da usarsi per puro role play al di fuori del combattimento. Può essere utile per spaventare una guardia, una spia, suggestionare una persona che frequenta un luogo pericoloso. Può essere utile per interrogare prigionieri o porre domande scomode a persone reticenti. La persona che passa il TS non sarà consapevole del tuo tentativo. Richiede un pò di creatività e impegno per essere utilizzata al meglio.

Mantle of Whispers (6° livello, Mantello di sussurri): Questa è una potente capacità da usare fuori dal combattimento. Potete assumere le sembianze di una persona di cui avete assistito alla morte (vedi descrizione su XGtE per maggiori dettagli). La saprete impersonare nei minimi dettagli e per la durata di un’ora, potrete usare la sua identità per tutti gli usi che vi vengono in mente. Fantastica per giocatori che amano il role play ed avventure social e perfettamente in linea con questo collegio.

Shadow Lore (14° livello, Tradizione dell’ombra): per la terza volta una capacità da utilizzare fuori dal combattimento. Forse la traduzione meno letterale e più indicata potrebbe essere “Ricatto d’ombra” (vedremo come sarà tradotto ufficialmente in italiano). Si ha la possibilità di ricattare una persona creando una sorta di suggestione. Il bersaglio penserà che voi siate a conoscenza di un suo segreto (colpa, peccato, crimine, etc) di cui non vuole assolutamente si sappia nulla. Voi non conoscerete tale segreto, ma potrete sfruttare la suggestione per ricattarlo. Sfortunatamente dovete condividere una lingua con l’obiettivo, ma ciò è davvero interessante e perfettamente in linea con questo collegio.

Talenti consigliati per il Collegio dei sussurri:
Linguista 😀 In effetti sono riusciti a trovare un modo per valorizzare questo talento 😉

Conclusione sui Collegi Bardici

Come premesso, le mie valutazioni sono soggettive e non tengono conto del solo lato combattimento.
Per esempio se si analizza il puro lato combattivo, il Collegio dei Sussurri ne verrà fuori massacrato ed un pò anche il Collegio del Glamour.
Tuttavia la via del bardo è seguita da giocatori che amano la sua versatilità e le sue possibilità sociali.
I 5 collegi bardici fin qui disponibili, sono caratterizzati bene, sia per varietà e sia per attitudine di gioco. Non dovete che scegliere quello che più si adatta al vostro stile di gioco 🙂

Lascia un commento

Chiudi il menu
Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial