Percezione Passiva, breve guida all’uso per avventurieri vigili (D&D5e)

Amici avventurieri, vi siete mai chiesti a cosa serva la percezione passiva? Assieme all’Intuizione Passiva e all’Investigazione Passiva, fanno parte di un aspetto del gioco poco compreso che soffre di vecchie abitudini. Vediamo quali 🙂

Ma quanto è bello lanciare i dadi, alcuni ne fanno una mania altri un tic 😀
Patologie a parte, il lancio del dado, l’attesa del risultato, il gusto dell’imprevisto, fanno parte da sempre del nostro D&D.
Vi siete accorti che lanciarli on line sui VTT non offre la stessa sensazione? Se lanciate un dado sul tavolo ed ottenete come risultato 1, è colpa della sfortuna; se lanciate un dado su Roll20 ed ottenete 1 è colpa del software 😀

Nel corso degli anni e delle varie edizioni ci si è accorti che una frequenza di lanci di dado eccessiva causava un rallentamento del gioco soprattutto nel combattimento.
In D&D 5° edizione è stata introdotta una regola facile ed utile si tratta della “PROVA PASSIVA“.

Ma prima di procedere e capire in cosa consiste, diamo spazio alle risorse 🙂

Risorse utilizzate per scrivere questo articolo

Anche se narrerò alcuni contenuti dei Manuali, questo articolo non sostituisce la spiegazione puntuale e ufficiale del manuale che vi invito a consultare in contemporanea alla lettura dell’articolo. Anzi alcuni particolari sono stati volutamente omessi, poiché il mio è solo un commento e non una pubblicazione di materiale e regole! Acquistate i Manuali!!!

Percezione Passiva (punteggio di Saggezza [Percezione] passiva)

percezione passiva

Le prove passive sono descritte bene a pagina 175 del PHB e sono pari a “10+tutti i modificatori che normalmente si applicano alla prova“.
Se vogliamo essere precisi la Percezione Passiva è il punteggio di Saggezza (Percezione) passiva.
Le prove passive si utilizzano con lo scopo di evitare lancio di dadi inutili, per velocizzare il gioco, per descrivere attitudini medie di un PG.

Come si calcola la percezione passiva?

Prendiamo come esempio Minsk il barbaro di 1° livello con punteggio di saggezza 13. Il suo modificatore alla saggezza è di +1.
La Percezione è un’abilità che si basa sulla saggezza.
Ecco i due casi:

  • Senza competenza in Percezione: Minsk ha un bonus alla percezione pari a +1.
    La sua Percezione Passiva è pari a 10+1 = 11.
  • Con competenza in Percezione: Minsk ha un bonus alla percezione pari a +3 (+1 bonus saggezza + 2 competenza).
    La sua Percezione Passiva è pari a 10+3 = 13.

Quando si usa la Percezione Passiva?

Cavaliere: Fare la guardia e percezione passiva

La Percezione Passiva del vostro personaggio indica la sua capacità di notare e di percepire ciò che lo circonda mentre sta facendo dell’altro. In questo caso il PG non utilizza attivamente i suoi sensi per cercare o individuare creature (o cose) e il lancio del dado può essere evitato. Ecco alcuni esempi:

Impegnato a fare altro

Ad esempio il vostro personaggio sta preparando il campo per la notte mentre dei goblin si avvicinano di soppiatto.
Il PG è chiaramente impegnato in una faccenda che non sia “fare la guardia“. Il giocatore non tirerà il dado per accorgersi dei goblin, ma userà la Percezione Passiva del personaggio.

Un altro esempio è durante il combattimento. Il PG durante un combattimento utilizza sempre la Percezione Passiva. Tira il dado per effettuare un check di Percezione solo se utilizza l’azione di Cercare (molto costosa poiché consuma l’action).

Evitare ripetuti lanci di dado fino alla noia

Altro esempio, i vostri personaggi stanno esplorando un dungeon. Si presuppone che si stiano muovendo lentamente, cercando attivamente trappole/porte segrete o segni della presenza di un nemico. In questo caso potete far loro tirare un check di percezione ad ogni passo, rallentando tantissimo il gioco o potreste usare la prova passiva e procedere spediti.
Se si aiutano tra di loro e sono competenti in Percezione, qualcuno potrebbe ottenere vantaggio alla prova passiva. Il vantaggio alla prova passiva si traduce in un +5 come spiegato a pagina 175 PHB.

Mantenere la suspense ed evitare il metagame

Il vostro PG è di guardia ad un canyon ma una creatura prova a passare furtivamente con una prova di 15. Il master vi fa tirare un check di Percezione e fate 13 (fallimento). Per quanto siate bravi a non fare metagame, vi aspetterete una conseguenza prima o poi del fallimento e così pure gli altri giocatori che hanno assistito alla scena.
In alternativa il master, per non mettere i giocatori in allarme, potrebbe considerare il punteggio di PP del PG e procedere spedito alle conseguenze.

Anche i mostri usano la percezione passiva?

In ogni scheda del MM, sotto alla voce Sensi, si trova il punteggio di Percezione Passiva di una creatura. Ad esempio quando durante un combattimento il ladro del gruppo si nasconde (per attaccare con vantaggio il mostro), il DM non deve tirare sulla percezione del mostro ma usare quel punteggio passivo.
Analogamente a quanto descritto più sopra, un mostro di guardia userà il suo punteggio di Percezione Passiva.
Se invece il DM volesse mantenere alto il livello si suspense, potrebbe tirare lo stesso il dado (decide il DM).

Svegliarsi

Nella Guida Omnicomprensiva di Xanathar a pagina 77 è stata introdotta una spiegazione (o nuovo uso) della Percezione Passiva: svegliarsi.
Non si contempla il risveglio dal sonno magico o quello dovuto ad un forte rumore, percossa o ferita, ma si considera quello dovuto ad un sussurro o rumore lieve che avviene nelle vicinanze.

Nel paragrafo si specifica che solo chi possiede una PP superiore a 20 (ad esempio con l’utilizzo di Maestria o del talento Osservatore) può risvegliarsi a causa di un sussurro. Un tono di voce normale invece vi sveglia se l’ambiente è silenzioso e avete una PP almeno di 15. Il paragrafo fa altri esempi che vi invito a leggere.

Sìiii, viaggiare… (Lucio Battisti)

Nel PHB a pagina 182 nel paragrafo “Attività durante il viaggio, notare le minacce” viene spiegato come usare la percezione passiva durante i viaggi. Nella stessa pagina trova spazio una tabellina che mette in relazione la “PP” con il passo di marcia.
E’ facile intuire che quando gli avventurieri marciano con passo veloce hanno una penalità alla PP passiva (-5).

Ad esempio, se gli avventurieri si muovono velocemente per sfuggire ad un nemico e passano vicino a delle sentinelle nascoste, non dovete far tirare dadi agli avventurieri. Applicate la regola della percezione passiva con il malus di -5 e confrontate il risultato con la CD della prova di furtività dei mostri.
Non tirate il dado della furtività dei mostri, decidete voi la CD a seconda delle condizioni. In questo modo non metterete in allarme i “giocatori” e costruirete un bell’incontro di sorpresa.

Alcune classi e sottoclassi vi permettono di viaggiare velocemente senza queste penalità: valorizzatele!!!

Nascondersi, round di sorpresa e percezione passiva

nascondersi furtività

Le regole del nascondersi sono basate sulle prove passive di percezione. Su questo mio blog ho già affrontato questi temi e potete trovarli ai seguenti link:

Conclusione

Rispetto agli ultimi articoli, questo è una sorta di “sugo lampo“, una sorta di toccata e fuga su di un piccolo aspetto del regolamento.
Tuttavia da questo “mattoncino” si può spaziare su altri aspetti del regolamento come il nascondersi, il round di sorpresa e l’attacco furtivo, elementi interessanti e divertenti da giocare.

Spero abbiate apprezzato il breve approfondimento, se avete domande o dubbi lasciate un commento qui sotto o nella pagina FB, a presto!!!

Lascia un commento

  • Ultima modifica dell'articolo:26 Agosto 2021
  • Tempo di lettura:7 mins read