Idee per background, spunti liberi per i vostri personaggi

Amici ed appassionati di D&D che state per creare un nuovo personaggio, oggi voglio scrivere un articolo differente.
Non un approfondimento di regole, ma una serie di idee per background per dei personaggi “originali”.
Scrivere qualcosa di originale è davvero difficile e come recita il detto “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace” non tutte le ciambelle riusciranno col buco.
Io voglio comunque provarci e lanciare questo post come provocazione e spunto a cui potete aggiungere le vostre idee nei commenti 🙂

idee per background

Schema delle idee per background

Le idee per background saranno così organizzate:

  • Storia: al massimo 10 righe;
  • Motivazioni: ciò che spinge il personaggio ad andare all’avventura;
  • Comportamento e valori: allineamento morale ed altro;
  • Caratteristiche uniche e difetti: una movenza, un tic, un’espressione tipica;
  • Classe e abilità suggerite.

Idee per background, quale preferite?

Queste sei idee per background sono degli spunti a vostra disposizione, sentitevi liberi di modificarli o interpretarli come preferite. Alcuni sono per PG facili da “costruire” e giocare, altri più complessi e richiedono più esperienza e preparazione e forse non sono adatti ad alcune campagne o tipo di avventure.
Non sono da intendersi come un esercizio di scrittura creativa o dimostrazione di bravura, sono solo degli spunti per le vostre partite 🙂

idee per background

Bimboo: manca solo Baloo

STORIA: Può un bambino sopravvivere da solo nella valle del vento gelido. Quando il monaco Riot lo trovò accudito da un branco di lupi non credette ai suoi occhi. Più bestia che umano, più quadrupede che bipede, Riot prese con sé quel piccolo di Goliath e lo portò al convento. Lo chiamò Vento Gelido, ma divenne per tutti Bimboo, unica parola che il piccolo seppe pronunciare nel suo primo lungo inverno al monastero. Bimboo era istintivo, semplice, concreto, genuino ed aiutò molti novizi a riflettere sulla condizione essenziale della vita monastica. Ora è un giovane alto, atletico con una comprensione della vita superiore a molti umani ed una connessione con la natura invidiabile.

MOTIVAZIONI

Bimboo sta sbocciando e maturando a vista d’occhio, in lui è vivo il desiderio della scoperta del mondo e delle bellezze naturali che lo circondano.

COMPORTAMENTO E VALORI

Istintivo, semplice, concreto, genuino. Mangiare, dormire, esplorare il mondo, godere del sole e della pioggia. Non fare del male, difenditi se attaccato, procurati il cibo quando serve senza abusare delle risorse del territorio, rispetta l’ambiente in cui vivi.
E’ di animo gentile e si fa ben volere.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Bimboo annusa l’aria o le persone in modo vistoso ed a volte sgradevole per chi lo accompagna. Non possiede molti vocaboli per parlare e, consapevole della mancanza, preferisce evitare di fare lunghi discorsi.

CLASSE E ABILITA’

Bimboo è di razza goliath. Può essere un monaco o un barbaro/monaco a base forza. E’ competente in addestrare animali, in furtività e percezione.


Lala: non aprite quella porta

STORIA: Lala non conosce il suo nome, è stata rapita da bambina e poi venduta. Nelle sue fantasie infantili sognava di essere figlia di principi e ricchi signori, ma è probabile che le sue origini siano un tantino più modeste. Forse i suoi genitori sono morti prima di pagare il riscatto o durante. Così Lala è diventata una delle centinaia ragazze di strada che chiedono l’elemosina per conto della gilda degli accattoni.
Le sue “sorelle” maggiori l’avevano istruita sui compiti giornalieri, sulle conseguenze di non raggiungere la quota e sui compiti che avrebbe dovuto adempiere una volta divenuta “signorina”. Come un automa indirizzato su di un binario, Lala seguiva le istruzioni e il percorso deciso per la sua inutile vita.
Faa, sua coetanea e migliore amica, dimostrando qualche anno di più di lei, fu tolta dalla strada e mandata a “servizio” del signore della Gilda dove trovò la sua fine. Per Lala fu uno shock. Divenne così consapevole che la vita che conduceva faceva schifo e che le aspettava un destino peggiore prima della morte certa.
Lala pur di sfuggire al suo destino vendette l’anima ad una entità superiore ed ora cerca solo vendetta.

MOTIVAZIONI

Lala vuole distruggere la gilda dei mendicanti e vendicarsi di tutti coloro che sfruttano i bambini di strada. Odia a morte gli schiavisti e le organizzazioni che sfruttano la povera gente.

COMPORTAMENTO E VALORI

Spietata fredda e senza scrupoli, nonostante conosca sentimenti come l’amicizia o provi affetto, ha nascosto tutto ciò in profondità. Vede sé stessa come un’anima perduta a cui è rimasto come solo scopo la vendetta.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Non possiede segni distintivi sulla pelle, ne tratti memorabili, magra, piatta, minuta, una figura che non spicca nella folla, ne una ragazza che corteggeresti. Il suo ghigno ricorda qualcosa di sinistro.

CLASSE E ABILITA’

Fisicamente minuta e gracile, abile con le mani a borseggiare, ha compensato la mancanza fisica e atletica con l’astuzia e la conoscenza dei veleni. Possiede un notevole carisma e competenza in intimidire. Classe Ladro Assassino/Warlock.


Maa-Sha: dov’è l’orso?

STORIA: Le ancelle del buon raccolto ogni anno visitano i campi ai primi segni del disgelo. I contadini le accompagnano per ricevere la benedizione e per offrire tributi alla dea Chauntea. Fu così che in un fosso, le ancelle trovarono la piccola gnoma ancora in fasce. Le ancelle portarono la piccola al tempio dove crebbe come loro figlia adottiva al servizio della madre terra. Maa-Sha, questo è il nome che gli fu dato, dimostrò innate doti e legami con la dea, tanto da essere venerata da alcuni contadini, come una piccola santa donata dai campi. Qualsiasi sia la sua origine, Maa-Sha ha vissuto al tempio con dedizione fino a che non fu rubata la reliquia di Chauntea a cui il tempio era dedicato. Decisa a ritrovarla, si mise in cammino certa che la sua dea l’avrebbe protetta.

MOTIVAZIONI

Maa-Sha desidera ritrovare la reliquia di Chauntea. Ha fatto del ritrovamento la missione della sua vita.

COMPORTAMENTO E VALORI

La gnoma possiede grande bontà d’animo pari solo alla sua cocciutaggine. Possiede un grandissimo rispetto per i contadini e tutti i lavoratori. Segue i precetti della dea e vive la vita in armonia con il ciclo delle stagioni. Non desidera essere risuscitata se non per trovare la reliquia poiché non desidera prolungare la sua vita inutilmente.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Parla molto della sua dea finendo di diventare insopportabile. E’ terribilmente cocciuta.

CLASSE E ABILITA’

Razza gnomo, classe chierico della natura oppure druido della terra. Talento Fey Touched (TCoE) e competenza in abilità Natura, religione e Addestrare Animali.


Nausi: perché tu sei Jeeeeg

STORIA: Nausi si guarda il viso allo specchio cercando dove inserire una imperfezione nella sua pelle sintetica. Sono passati 5 anni oramai da quando si è risvegliato in questa nuova forma, ma non riesce a darsi pace. Prova ancora dei sentimenti, ma non prova più istinti, tutto è stato normalizzato come se fosse un drone meccanico di Mechanus.
Non ha bisogno di mangiare, di bere, di respirare ed ha smesso di sognare. Nausi teme che prima o poi scompaiano i suoi ricordi umani. Non è nemmeno sicuro che siano davvero suoi quei ricordi, forse prima di 5 anni fa lui non esisteva.
Suo padre, il grande Oriaco, mago trasmutatore di lunga fama, è scomparso dopo aver tramutato Nausi in un essere meccanico, con lo scopo di sconfiggere gli esseri del buio profondo, qualsiasi cosa questo voglia dire. Il suo corpo è un misto di ingranaggi e pelle sintetica che gli copre il viso, le mani e i piedi. Se rimane in silenzio si ode il ticchettio di un orologio, il suo nuovo cuore.

MOTIVAZIONI

Nausi prova un forte risentimento ed odio nei confronti del padre. Vuole ritrovarlo per chiedergli spiegazioni e forse… ucciderlo.

COMPORTAMENTO E VALORI

Nausi ha ricordi di essere stato cresciuto come un nobile umano rispettoso della legge e delle regole. Conosce la differenza tra bene e male, tuttavia il risentimento verso suo padre è forte tanto da offuscare il suo giudizio.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Nausi protegge tutto ciò che gli ricorda la sua umanità e custodisce gelosamente alcuni ninnoli come ricordo. Ama truccare il suo volto aggiungendo imperfezioni per sembrare più umano. Reagisce con stizza quando non può fare qualcosa di umano, ad esempio evita di stare seduto a tavola mentre altre persone mangiano. Odia essere paragonato ad una marionetta meccanica e non sopporta la vista degli orologi meccanici.

CLASSE E ABILITA’

Razza suggerita Forgiato. Classe mago trasmutatore come il padre oppure Artefice Artigliere oppure Paladino della Vendetta. Competenza nello strumento Trucchi per il Camuffamento.


Paride il bello: Che acconciatura

STORIA: Paride è bello, bellissimo, capelli rossi lunghi raccolti con un nastro verde, occhi azzurri, naso piccolo, graziose orecchie a punta ornate con orecchini di lapislazzuli. Il mezz’elfo, di seconda generazione, è figlio di artisti circensi. La donna barbuta ha concepito un figlio con l’uomo senza testa ed è nato Paride 🙂 Il giovane apprese dai genitori e i numerosi zii del circo, i trucchi del mestiere e molto altro.
Paride dimostrò fin da subito la passione per i capelli e le acconciature. Era lui che preparava la madre e il padre per lo spettacolo.
Fu nell’adolescenza, forse il periodo più felice della sua vita, che conobbe Romero, mendicante errante saggio e filosofo, un vero mentore. Le lunghe discussioni avute con lui, aiutarono Paride ad elaborare la sua etica, estetica e scopo nella vita. Ora viaggia per trovare il suo posto nel mondo.

MOTIVAZIONI

Paride vuole unire etica ed estetica, ad esempio curare l’aspetto degli eroi per valorizzare la loro fama. Viaggia alla ricerca di persone famose per studiare il loro look ed apportare dei miglioramenti.

COMPORTAMENTO E VALORI

Paride conosce l’arte dello stupire e dell’intrattenimento, sa come parlare ed agganciare verbalmente le persone. Non è un ladro o un truffatore ma può usare le sue capacità per esserlo. Abituato fin da bambino a frequentare persone definite “freak”, non si stupisce facilmente. Ama viaggiare e non crea legami affettivi duraturi. Combatte per difesa o necessità.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Possiede una voce impostata e melodiosa molto apprezzata dalle signore con cui si intrattiene chiacchierando mentre sistema le acconciature. Prova pena per le persone calve e per tutte le razze che non possono passare un pettine sulla chioma (Draconici, Lizard, Tortle, ecc). Non sopporta la sporcizia o un’acconciatura sporca o infestata dai pidocchi. Si lava spesso i capelli.

CLASSE E ABILITA’

Razza mezz’elfo, classe bardo/ladro, strumento “pettine e forbici”. Tale strumento non esiste, se preferite potete scegliere i trucchi per il camuffamento.


Rameoro: qua la mano… l’altra

STORIA: Rameoro ha passato metà della sua vita in mare a bordo delle navi del ducato, dapprima come semplice marinaio, poi come fante di marina. Della sua infanzia nel mare astrale ricorda ben poco, tranne lo sguardo fiero e solenne di suo padre, capitano di una Spelljammer. Dopo la morte del padre e lo schianto rovinoso sul piano materiale che ha posto fine alla sua infanzia, le è parso naturale imbarcarsi in una nave dalle grandi vele. Con tenacia ha dovuto guadagnarsi rispetto ed un posto in quello che sembrava un ruolo prettamente maschile.
Durante un assalto ad una nave pirata, Rameoro fu catturata e condannata a morire per annegamento nella grotta della strega. Ruppe i ceppi che la incatenavano alla parete delle grotta, squarciando con i denti il suo avanbraccio destro, ma così facendo salvò la vita a sé stessa e ad altri 6 marinai che le sono diventati debitori a vita.

MOTIVAZIONI

Morte a tutti i pirati. Tuttavia desidera tornare nel mare astrale e ricongiungersi con i suoi familiari per dare notizia della morte del padre.

COMPORTAMENTO E VALORI

Rameoro conosce bene l’importanza di avere un buon equipaggio affiatato. Il Gruppo viene prima del singolo nel suo sistema di valori ed il singolo deve essere pronto a sacrificarsi per la sopravvivenza del gruppo. Desidera conoscere le persone con cui viaggia e a legare con loro.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

A Rameoro manca l’avanbraccio destro e per tale motivo ha dovuto imparare a fare tutto con la mano sinistra. E’ molto sicura di sé tanto da sottovalutare i limiti imposti dalla mancanze del braccio. Non ammetterà mai di possedere un handicap e non permetterà mai di essere considerata meno efficienti di altri. Prima di iniziare un discorso o prendere la parla, schiocca la lingua sul palato 3 volte.

CLASSE E ABILITA’

Razza Draconide, Guerriero/Ladro spadaccino o biclasse Warlock con abilità fisiche e talento Condottiero Ispiratore.


Vanilla: il filamento magico

STORIA: Vanilla detta la stramba, è figlia del mugnaio del paese e settima di sette sorelle. Forse per questo motivo è stata cresciuta come la goccia che ha fatto traboccare il vaso o come perdita dell’ultima speranza di avere un figlio maschio. La madre era perennemente a letto a causa di un esaurimento nervoso, mentre il padre era impegnato al mulino.
Vanilla crebbe nel totale abbandono e disinteresse nei suoi confronti. Parlava poco, mangiava quando capitava, vestiva come poteva, vagava come una perditempo inseguendo cose e luci che solo lei vedeva. Al suo settimo compleanno lo strigo Otthung voleva acquistarla per 50mo, ma il padre rifiutò poiché lo riteneva immorale. Al 14esimo compleanno lo strigo Otthung si ripresentò offrendo 500mo. Il padre accetto e Vanilla seguì lo strigo nel bosco. Da quel giorno non si seppe più nulla ne di Vanilla ne dello strigo.

MOTIVAZIONI

Seguire le luci colorare e tirare i fili neri, come ha fatto con quello strigo, poveraccio. Ma ora sta bene dove si trova.

COMPORTAMENTO E VALORI

I fili neri vanno tirati e tolti, i fili bianchi intrecciati, quelli rossi vanno lasciati stare. Non c’è un bene o un male, ma solo fili da seguire, intrecciare o tirare. Il denaro non è importante, i vestiti non lo sono, le cose materiali nemmeno, guai a chi distoglie Vanilla dal seguire i suoi fili.

CARATTERISTICHE E DIFETTI

Vanilla a volte è presente altre assente, la sua mente vaga. Con lei si possono fare discorsi brevi, poiché la sua soglia di attenzione non supera i 2-3 minuti. Si annoia facilmente se viene costretta a rimanere ferma in un posto. Viene spesso scambiata per ritardata, ma non lo è. Percepisce e comunica con il mondo in modo differente.

CLASSE E ABILITA’

Halfling, mezz’elfa o umana con talento Fortunato, Seconda Possibilità e Fortuna Generosa. Classe Stregone della magia selvaggia o maga divinatrice (solo un paio di livelli) o druido del Circle of stars.


Conclusione

Spero che questi spunti vi siano utili a sviluppare i vostri personaggi. Ho cercato di essere abbastanza generico, non riuscendoci sempre, in modo da permettervi di adattarli alla vostra campagna o avventura.

Se avete degli spunti da condividere frutto della vostra esperienza al tavolo o idee per Background messe in un cassetto aggiungetele nei commenti.

Se non avete già letto il seguente articolo, vi propongo per rimanere in tema “Come caratterizzare un personaggio per il gioco di ruolo?

A presto 🙂

Lascia un commento

  • Ultima modifica dell'articolo:14 Maggio 2021
  • Tempo di lettura:13 mins read