Kit Essenziale D&D (edizione italiana): recensione

Amici avventurieri, l’8 ottobre 2021 è uscito in lingua italiana il Kit Essenziale di D&D, primo di una serie di nuovi prodotti che usciranno in lingua italiana. Non mi sono lasciato sfuggire l’occasione di acquistarlo. Ecco la mia recensione.

Come avrete appreso lo Starter Set di D&D in italiano (prodotto dedicato a chi vuole approcciarsi a D&D senza spendere molto) è attualmente esaurito, La sua versione digitale è tuttavia disponibile e distribuita a seguito dell’iscrizione alla newsletter della Wizards (avrei alcune cosa da dire, ma per ora sorvolo).

E’ mio parere che il vuoto lasciato dallo Starter Set sarà degnamente occupato dal Kit Essenziale. Questo prodotto, ricco di contenuti e attenzioni, è sia per master novelli che per master esperti che desiderano avviare al gioco dei nuovi giocatori.
Sarà inevitabile qualche mio confronto con lo Starter Set nella recensione.

Contenuto della Scatola

CONTENUTO DEL KIT ESSENZIALE DI D&D

La confezione del Kit Essenziale è ricca di contenuti. E’ stato davvero appagante aprirlo e scoprire quanto materiale hanno infilato nella scatola.
Ho realizzato un piccolo video su Youtube con l’apertura della scatola. Se non lo vedete qui sotto a causa di qualche filtro del vostro smartphone, cliccate sul seguente link: https://youtu.be/gQ–Y-82Pxs

Il Kit Essenziale contiene:

  • Manualetto di 72 Pagine con le regole per imparare a giocare e creare dei PG di 1°-6° livello (nella scatola è scritto 64 pagine, ma sono 72!)
  • Avventura di 72 Pagine “Il Drago del Picco GugliaGhiacciata”
  • Una mappa fronte retro per Giocatori. Su di un lato Phandalin, sull’altro una porzione della Costa della Spada
  • Una Schermo per il DM originale
  • 11 dadi (2d20, 1d12, 2d10, 1d8, 4d6, 1d4)
  • 81 carte con le missioni, oggetti magici, i seguaci, le condizioni, ecc
  • Scatolina porta carte
  • Schede vuote da compilare

Mi pare sia tutto.
Se confrontate questo contenuto con quello offerto nello Starter Set, noterete un positivo passo in avanti.

Il libro del Regolamento

Kit Essenziale: il regolamento

Lo Starter Set aveva esordito con 32 pagine di regolamento, invece questo questo Kit Essenziale vi presenta un regolamento di ben 72 pagine.
Infatti il Kit contiene le regole di creazione di un personaggio di 1° – 6° livello che mancavano nello Starter Set. Le regole contenute in questo manualetto sono sostanzialmente le stesse che trovate nel Manuale del Giocatore, solo organizzate in maniera più stringata.

Le razze disponibili sono:

  • Elfo (Alto o dei Boschi)
  • Halfling (Tozzo o Piedelesto)
  • Nano (delle Colline o Montagne)
  • Umano (senza versione Alternativa)

Le razze sono uguali e identiche a quelle che trovate nel Manuale del giocatore, senza le recenti personalizzazioni di Tasha, per intenderci.
La Razza Umana non include l’Alternativa che avrebbe implicato l’inclusione dei Talenti in questo manuale, ora invece assenti.

Classi Disponibili nel Kit Essenziale

Le classi sono 5

  • Bardo (Collegio della Sapienza o del Valore)
  • Chierico (Dominio della Guerra o della Vita)
  • Guerriero (Archetipo del Campione o Cavaliere Mistico)
  • Ladro (Archetipo Furfante o Mistificatore Arcano)
  • Mago (Scuola di Invocazione o Trasmutazione)

Nel manuale non vi sono i talenti, per cui al 4° livello è possibile solo aumentare i punteggi di caratteristica.

Background disponibili

Non sono incluse le regole per la personalizzazione di un BG, potete scegliere quindi tra i seguenti 5:

  • Accolito
  • Criminale
  • Intrattenitore
  • Sapiente
  • Soldato

Equipaggiamento, oggetti magici, magie e cose varie

Naturalmente sono incluse le regole per il combattimento, seguite dal capitolo relativo all’equipaggiamento base e magico.

Gli oggetti magici sono 25, comprensivi di quelli consumabili come le pozioni.

Le magie sono 74 tra trucchetti ed incantesimi di 1°-3° livello.

Chiude il manuale una breve sezione dedicate ai seguaci (indicati per quelle partite con 1 o due giocatori) e le condizioni in retro di copertina.

L’avventura “Il Drago del Picco GugliaGhiacciata

KIT ESSENZIALE D&D ITALIANO

Non farò spoiler sull’avventura quindi leggete abbastanza tranquillamente le cose che scrivo in questo paragrafo.
Phandalin è la città di partenza che i PG potranno usare come base tra una missione e l’altra. Se i vostri giocatori hanno giocato con lo Starter Set ritroveranno alcuni PNG. Non è chiaro dall’avventura, se “La miniera perduta di Phandelver” ambientata nel 1491 (vedi Cronologia della avventure nei Forgotten Realms) sia ambientata prima o dopo questa “Il Drago del Picco GugliaGhiacciata“.

L’avventura è organizzata come una raccolta di missioni, alcune per PG di 1-3 ed altre per i livelli 4-6.
A vostro piacimento potete selezionare le vostre preferite oppure far scegliere ai PG quali prendere dalla “bacheca” della Villa del Borgomastro.
Questo stile di narrazione è sicuramente più facile per chi si approccia per la prima volta con brevi avventure e pochi appunti da prendere.

Una curiosità: le Creature e i mostri sono descritti come nel Manuale dei Mostri, non appaiono ancora quelle personalizzazioni promesse nel prossimo Monsters of Multiverse.

Materiali utili per l’avventura

I giocatori veterani non ne avranno bisogno, ma un novellino potrebbe sicuramente apprezzare che assieme all’avventura vi siano delle carte che rammentino:

  • la missione
  • I PNG che si possono assoldare se si gioca in 2
  • gli oggetti magici che i PG possiedono
  • le condizioni che si possono subire
  • le carte iniziativa per tenere traccia del proprio turno
  • un potere speciale che i PG potrebbero acquisire ad un certo punto detto “Incanto magico“.

In particolare ho apprezzato la mappa per giocatori (priva dei luoghi che deve conoscere il DM). In un lato troviamo una porzione della Costa della Spada, dall’altra Phandalin.

La mappa del master è contenuta nell’avventura con indicati i luoghi che gli avventurieri visiteranno.

Affrontiamo subito la questione dei nomi e delle traduzioni

In queste due settimane dall’uscita si è fatta una gran bagarre sulla traduzione in italiano di alcuni nomi come “Neverwinter->Verdinverno” e “Waterdeep->Acquefonde” anche con toni sopra alle righe, spesso come capita sui social.
Le due traduzioni indicate qui sopra sono quelle riuscite meglio, ma ogni volta che leggo “Casino di Caccia di Falco” un neurone si spegne nel mio cervello 😛

Non voglio sottrarmi dall’esprimervi la mia opinione, tuttavia non mi interessa minimamente entrare in polemica con Wizards o con taluno o talaltro giocatore. Le cose importanti nella vita sono altre e non certo come si chiama una città in un mondo fantasy immaginario.

Sono anni che gioco non solo al tavolo, ma anche ai Videogame ambientati nei FR e leggo libri ambientati nei FR. E’ consuetudine in tutti questi chiamare alcune città in inglese ed avrei preferito che così rimanesse.
Detto ciò, si è fatta una scelta editoriale differente che rispetto, ma per quanto mi riguarda continuerò a chiamare quelle città come sempre ho fatto, salvo organizzazione di partite in eventi ufficiali.

Lo Schermo del Dungeon Master

Era il Grande assente dello Starter Set, ora invece lo Schermo del DM è incluso nel Kit Essenziale.
Uno schermo a 4 ante, con contenuti “uguali” allo Schermo del Dungeon Master ufficiale.

L’altezza è identica, mentre i contenuti sono simili ma disposti in modo leggermente differente.
L’immagine rivolta ai giocatori è inerente all’avventura, ma la vera differenza sta nella consistenza. Solido e rinforzato quello ufficiale, leggero in cartoncino questo, ma per il costo e la mole di materiale, va comunque bene!!!

Vale la pena acquistare il Kit Essenziale di D&D?

81 carte con le missioni, oggetti magici, i seguaci, le condizioni, ecc

Il Kit Essenziale ha lo scopo di fornire regolamento, dadi, avventura, schermo del DM, schede vuote, a Master inesperti, come a DM esperti, che vogliono far giocare un gruppo di nuovi giocatori.
A prezzo modico avete accesso a tutto ciò che vi serve per giocare almeno a 9-10 serate senza dover acquistare altri manuali più costosi.

Visto in quest’ottica è un ottimo set regalo (si avvicina Natale, pensateci) o set introduttivo al fantastico mondo di Dungeons & Dragons. Forse andrebbe integrato con qualche altro set di dadi (visto le norme Covid, è opportuno che ognuno abbia il proprio).

Invece se siete Master con esperienza, forse è un po’ riduttivo acquistarlo per avere accesso solo all’avventura.

Alcune sbavature

Una critica che mi sento di sollevare invece è la totale mancanza di PG pregenerati (pensavate fossero le traduzioni dei nomi vero?). Un DM inesperto o dei giocatori inesperti troverebbero senz’altro d’aiuto avere dei PG Pregenerati come quelli presenti nello starter Set.

Altra sbavatura, a Pagina 53 dell’avventura “la prossima meta” sono indicate delle avventure per proseguire la vostra storia. Tra nomi non tradotti e moduli non inseriti mi sembra vi sia una gran confusione. Pazienza, è una piccola cosa, tuttavia trovo questa confusione “curiosa”… 😛

Ultima sottolineatura, nel “Essential Kit” versione inglese, è compreso uno sconto del 50% per l’acquisto della versione digitale del PHB e delle avventure aggiuntive che proseguono “Il Drago del Picco Gugliaghiacciata”. Nell’edizione italiana mancano 🙁

Kit Essenziale dove trovarlo?

La versione in italieno ed in inglese eccole qui sotto assieme ad altri consigli per gli acquisti:

A presto!!! Lasciate qui sotto il vostro commento o sulla pagina FB.

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Andrea Boschetto

    Ciao Lorenzo! Gran bel lavoro con la recensione, molto utile! Concordo con te sul discorso traduzioni, chiamare lo Yawning Portal il Portale Spalancato proprio non mi riesce 🙂
    Daro’ sicuramente un’occhiata all’Essential Kit in Inglese.
    A presto!

    1. Elam il Mago

      Ciao Andrea, lo sconto del 50% sull’Essential Kit in inglese e le 3 avventure successive (immagino su Beyond) non è male per chi deve ancora approcciarsi alla piattaforma 🙂

  2. Lorenzo

    Ciao! Utilissima recensione, grazie davvero. Vorrei conoscere però le tue opinioni sullo Starter Set in Italiano e sui fatti riguardanti l’esaurimento del set cartaceo e la sua conversione in digitale per promuovere la newsletter Wizards. Mi sembra ci sia stata molta confusione, sia sui social che da parte di Wizards, e mi farebbe piacere conoscere la tua posizione in proposito.

    Grazie ancora!
    Lorenzo

    1. Elam il Mago

      Ciao Lorenzo, possiedo lo starter set e ne ho fatto una recensione all’url https://www.telodoioildungeon.it/2020/09/22/dd-starter-set-recensione-e-consigli-per-dm-in-erba/
      Confrontando lo Starter e il Kit, quest’ultimo mi sembra una tacca superiore per materiali offerti e contenuti. L’avventura dello Starter è piacevole da giocare se si cerca un’avventura fantasy classica alla D&D, ma nella recensione trovi tutto.
      Sulla confusione che hai rilevato, sono pienamente d’accordo e spero che alla Wizards Italia affinino i loro meccanismi.
      La newsletter, secondo me non funziona pienamente, di 4 email registrate solo una ha ricevuto un contenuto, poi basta. Altre due email hanno ricevuto solo il link per confermare l’iscrizione, l’ultima nemmeno quella. Essendo per lavoro del settore informatico, so controllare se vi sono email inceppate in qualche filtro antispam delle mie caselle, ma ciò non è avvenuto. Qualcosa evidentemente non ha funzionato.
      Avrei invece qualcosa da ridire sulla distribuzione dei nuovi manuali solo nei negozi. Io credo che questa sia una scelta fatta per privilegiare i punti di aggregazione e distribuzione sul territorio.
      Tuttavia, io darei l’esclusiva al territorio per i primi mesi e poi pubblicherei su Amazon e vari store on line senza remora, poiché non tutti hanno il negozio di manuali sotto casa.
      Queste tuttavia sono scelte editoriali su cui non ho esperienza, pertanto la mia è solo un’opinione da appassionato 🙂
      A presto.

Lascia un commento

  • Ultima modifica dell'articolo:19 Novembre 2021
  • Tempo di lettura:8 mins read